Video

Come iscriversi alla newsletter:

La diffusione dei contenuti di Abitare la Terra è rivolto a tutti coloro che si interessano di cooperazione internazionale, solidarietà globale, sviluppo sostenibile, volontariato, pace, diritti umani e non violenza in Trentino e avviene gratuitamente anche grazie all’invio via e-mail di una newsletter settimanale che informa gli iscritti su data, luogo, titolo, contenuto e contatti dell’iniziativa.  

Come comunicare gli eventi:

Per pubblicare le iniziative inerenti ai temi trattati sul sito, sulla newsletter settimanale e sulla pagina facebook basta inoltrare le informazioni ad info@abitarelaterra.org entro e non oltre le 12.00 del venerdì antecedente la settimana interessata dall'evento complete di un numero di telefono e di una e-mail di riferimento per eventuali ulteriori informazioni a disposizione degli utenti. Il servizio è GRATUITO!

Chi siamo:

Abitare la Terra è un servizio di informazione gratuito  curato dall'Associazione Tremembè e sostenuto dall’Assessorato all’Università, ricerca, politiche giovanili, pari opportunità e cooperazione allo sviluppo della Provincia Autonoma di Trento e dal Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani rivolto a tutti coloro che si interessano di cooperazione internazionale, solidarietà globale, sviluppo sostenibile, pace, diritti umani e non violenza in Trentino. Grazie e buona lettura!

Sponsor:


logo pat nuovo  assess univers 14
 
trentino cooperazione
 
 
logo forum web
 
 
 
 




 

Seguici anche su:

000facebook

Abitare la Terra - L'agenda solidale
PDFStampaE-mail

Trento Film Festival

tff manifesto 2017 214x300Fondato nel 1952, Il Trento Film Festival è il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato ai temi della montagna, dell’avventura e dell’esplorazione. Per questi argomenti il Trento Film Festival è da oltre sessant’anni l’evento di riferimento, divenuto negli anni un vero laboratorio di visioni e riflessioni sulle terre alte del pianeta, abbracciando un orizzonte più ampio, tra questioni ambientali, culturali e di attualità, che hanno reso più stimolante e variegato l’ambito della manifestazione e la sua programmazione. Quest'anno dal 27 aprile al 7 maggio 2017 il Trento Film Festival presenta i migliori documentari, film di fiction e cortometraggi che hanno per scenario montagne e regioni estreme del mondo e raccontano il rapporto affascinante e complesso tra uomo e natura, promuovendo la conoscenza e la difesa dei territori, approfondendo i legami con popoli e culture, celebrando le grandi e piccole imprese alpinistiche e degli sport di montagna. Momento di incontro per la presentazione e promozione di film e video di ogni nazionalità, genere e durata che affrontino i temi della montagna, dell'avventura, dell'esplorazione e della sostenibilità sarà come ogni anno affiancato dalla consueta Rassegna Internazionale dell'Editoria di Montagna, MontagnaLibriInformazioni e programma: 0461986120, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

Settimana dell'accessibilità comunicativa

acc comunicativa 1GSH con il patrocinio di ISAAC Italy - Società internazionale per la comunicazione aumentativa alternativa - Sezione italiana, del Comune di Cles e della Comunità della Valle di Non organizza la prima settimana dedicata all'accessibilità comunicativa. Il capoluogo noneso - Cles - i suoi bar e ristoranti, nella settimana dal 5 al 12 maggio 2017, saranno coinvolti nell'opera di sensibilizzazione all' uso della comunicazione aumentativa e ai bisogni educativi complessi, grazie all'utilizzo di strumenti in simboli da parte di persone con deficit comunicativi. La comunicazione aumentativa, infatti, è un sistema comunicativo flessibile, interdisciplinare e trasversale, “su misura” per ogni persona, da applicare in tutti i momenti, luoghi e attività della giornata. Il programma prevede diverse attività ricreative e di approfondimento sul tema della comunicazione aumentativa e non solo. Informazioni e programma: 0463/424634,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E MIGRAZIONI

coop e migraFondazione Fontana apre le iscrizioni al seminario "COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E MIGRAZIONI" previsto il 12 maggio a Trento presso il Centro per la formazione alla solidarietà internazionale. Il nuovo seminario della Carta di Trento quest'anno è dedicato al fare cooperazione internazionale per la promozione del diritto al futuro. Il seminario è rivolto agli operatori della cooperazione internazionale, agli insegnanti, agli studenti e ai ricercatori interessati alle questioni sociali internazionali, indipendentemente dagli ambiti d’intervento o di specializzazione. Il seminario rappresenta una tappa del percorso della Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale e mira a raccogliere in questa edizione spunti di riflessione sul rapporto tra la cooperazione internazionale e il fenomeno migratorio. La giornata si articolerà mediante contributi dei relatori e un confronto in plenaria. La partecipazione al seminario è gratuita. Iscrizioni entro il 10 maggio. Per informazioni e adesioni: cartaditrento.wordpress.com.

 
PDFStampaE-mail

Festival dell'Informazione Indipendente

bannerwebAd Arco presso il Cantiere 26 il 19 - 20 - 21 maggio 2017 va in scena l'Ottavo Festival dell'Informazione Indipendente. L'obiettivo che il festival organizzato dall'associazione culturale “LA BUSA CONSAPEVOLE” si propone infatti, è quello di approfondire fatti e tematiche che non trovano molto spazio nell'ambito dell'informazione e proporle in una cornice di festa, proprio per creare momenti di aggregazione per la nostra comunità. Durante il giorno sono previste conferenze e talks, workshops, yoga, slackline, monociclo, attività per bambini, ecc. La sera musica, concerti e teatro la domenica sera. Bar e cucina per tutta la durata del festival, con spazio aperitivo con birra artigianale. Informazioni e programmaQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
PDFStampaE-mail

OltrEconomia Festival 2017

olefDal 31 maggio al 4 giugno torna l'OltrEconomia Festival 2017. Il corpo e i territori. Al Parco Santa Chiara per il 4° anno consecutivo organizzeremo, in forma autonoma e autofinanziata, l’OltrEconomia Festival si svolgerà in contemporanea al Festival Ufficiale dell’Economia di Trento. Le disuguaglianze aumentano, la massa dei poveri, dei migranti, dei precari si allarga senza confini. La ricchezza cresce a dismisura e si concentra sempre di più nelle mani di pochi. Il potere decisionale si polarizza in una “non – immagine” i cui contorni sfumano, spesso, in acronimi senza forma: BCE, FED, WTO, UE, FMI, G8, G10, BRIC, NAFTA, TTIP, CETA. I consigli di amministrazione di un manipolo di multinazionali e centri finanziari sostengono e circondano di lobbies l’ascesa di classi dirigenti mondiali e locali, vecchie e nuove: così decidono il futuro del nostro pianeta e dei nostri territori. Poche persone hanno il potere di decidere sulle nostre vite. E ci restituiscono un mondo che non vogliamo. Che vogliamo cambiare. E allora, se possibile ancora più delle edizioni passate dell’OEF, vorremmo discutere in forma collettiva ni nuove forme di resistenza e di organizzazione che hanno l’ambizione di spezzare, ridurre a zero ogni forma di potere. Vogliamo costituirci ancora una volta in forma asimmetrica, cooperanteorizzontale e partecipativa. Con i nostri corpi, nei/dai nostri territori, per capire meglio, analizzare, proporre, auto-organizzarci. Creare e divertirci insieme perché, Oltre l’Economia del potere, si può essere felici. Informazioni e programmaQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

Festival dell'Economia

fe17 header itDal 1 al 4 giugno il Festival dell'Economia si occuperà delle differenze nelle condizioni di salute e nella longevità delle persone sono talvolta ancora più marcate che le differenze nei livelli di reddito. Il Gabon ha un reddito medio, a parità di potere d’acquisto, superiore a un terzo di quello medio degli Stati Uniti, ma in Gabon muoiono nel primo anno di vita 5 bambini su 100 nati vivi, mentre negli Stati Uniti questo avviene per 5 bambini su 1000. Vi sono profonde differenze nella speranza di vita anche all’interno degli Stati Uniti: chi nasce e vive nelle zone rurali, che hanno regalato la vittoria a Donald Trump, vive mediamente fino a 30 anni in meno di chi vive nelle grandi città. Emergono in maniera sempre più netta anche differenze di genere: le donne sono più longeve degli uomini, ma soffrono con maggiore probabilità di malattie che causano dolore e invalidità.mNei paesi sviluppati le disuguaglianze di salute potrebbero notevolmente aumentare con l’invecchiamento della popolazione. Ci sono fattori culturali, ambientali, sociali, legati al lavoro, che incidono profondamente sulle condizioni di vita, l’alimentazione e la prevenzione delle malattie. E le terapie più efficaci per alcune malattie spesso sono troppo costose anche per il più generoso dei sistemi sanitari nazionali. Informazioni e programma: 0461260511, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

Festival Ambiente

17862631 1828388074152988 1404899379424953112 nIl 15, 16 e 17 giugno a Pergine Valsugana presso il Teatro Comunale va in scena il Festival Ambiente, esposizioni, mostre, conferenze, eventi di scambio, spettacoli, laboratori e cibo nel centro di Pergine Valsugana. Un incontro tra persone, idee e esigenze per individuare nuove strade percorribili e strade già percorse in ambito di sostenibilità. Il progetto si propone di sensibilizzare la cittadinanza sull’acquisizione di comportamenti responsabili e sostenibili in virtù dello sviluppo di una nuova cultura della sobrietà e della solidarietà, contribuendo in questo modo anche alla salvaguardia dell’ambiente. L’educazione alla sostenibilità supporta e rende più efficaci e partecipate le politiche di sviluppo sostenibile nei diversi settori. E’ importante diffondere una culturale ambientale che integra e orienta le diverse attività attraverso nuove conoscenze, consapevolezze e comportamenti individuali e collettivi. Uno strumento di innovazione è proprio quello dell’educazione alla sostenibilità che si unisce ad altre strategie di innovazione trasversali quali partecipazione, semplificazione, trasparenza, pari opportunità, digitalizzazione, e che si raccorda con il riordino istituzionale e la spending review della pubblica amministrazione. Con il festival dell’Ambiente si vuole quindi arrivare a toccare il maggior numero di persone attraverso un canale che non è solo didattico ma attraverso delle modalità innovative e non tradizionali. Di fondamentale importanza sarà la rete tra le varie realtà coinvolte, ognuna con la propria sensibilità e competenza, creando così una rete virtuosa tra Comuni in ambito del riuso e del risparmio a favore dell’ambiente e del territorio che ci circonda. Informazioni e programmaQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

I nuovi moduli per il settore della cooperazione internazionale

nuova modulistica per progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo educazione alla cittadinanza globale interscambi articleimageSu Trentino Cooperazione e Solidarietà internazionale sono on line i nuovi moduli  per il settore della cooperazione internazionale. Questa nuova modalità rende più veloce, più chiara e più efficace la comunicazione nelle varie fasi della gestione dei contributi: dal momento di presentazione della domanda per finanziare il progetto alla conclusione delle attività, automatizzando la compilazione e facilitando le modalità di trasmissione.Vedi le indicazioni del Servizio attività internazionali in pillole: la nuova modulistica in pilloleInformazioni: 0461493441, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

KIT PER PROGETTARE IN PARTNERSHIP

progettareNon Profit Network presenta il kit per progettare in Partnership che contiene quattro strumenti per costruire progetti in partnership trasversali al settore sociale, culturale, ambientale, di rigenerazione urbana, di gestione dei beni comuni, di sviluppo locale. Completa il kit di strumenti “le so tutte”, una guida alla progettazione di percorsi di formazione. Qui per SCARICALO! Informazioni:  0461.916604, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
PDFStampaE-mail

Il taccuino Kibo e la T-shirt extraterrestre

kiboSi chiama "Kibo" ed è un taccuino interamente artigianale realizzato dai richiedenti protezione internazionale accolti a Trento. Il taccuino è frutto di un laboratorio artigianale allestito presso la Residenza Brennero in un percorso di valorizzazione del tempo libero e acquisizione di abilità lavorative con i richiedenti protezione internazionale denominato progetto Officina Richiedenti Asilo, promosso dalla Provincia autonoma di Trento (attraverso il Cinformi) in collaborazione con la cooperativa Kaleidoscopio. Ora il progetto c'è un'altra novità, poiché i profughi hanno dato vita ad un ulteriore prodotto: una T-shirt caratterizzata da un simpatico personaggio inedito (una sorta di “extraterrestre”), stampata a mano con tecnica serigrafica e proveniente dal circuito del commercio equo. Il personaggio creato ad hoc, “Mr. Willyfly”, è un essere misterioso, una sorta di extraterrestre appunto. Uno che “viene da fuori” al quale ciascuno dà le sembianze che meglio crede. Un po' come i migranti che l’hanno ideato, ai quali ciascuno attribuisce un'immagine vedendo in loro una risorsa o una minaccia, una storia da ascoltare o qualcuno da evitare. Per la commercializzazione dei prodotti è stato predisposto uno specifico spazio nel punto vendita del negozio Mandacarù di Piazza Fiera a Trento. Il ricavato delle vendite verrà utilizzato per iniziative a favore dei richiedenti protezione internazionale che hanno partecipato all'iniziativa. Informazioni: 329.0979120.

 
PDFStampaE-mail

La Carta di Trento

la-carta-di-trento-va-ad-expo-con-la-cooperazione-trentina imagelargeLa cooperazione internazionale del Trentino offre il proprio contributo all'eredità di Expo 2015 con la "Carta di Trento" per una migliore cooperazione. Il documento per il diritto al cibo è stato presentato ad Expo il 30 ottobre. La "Carta di Trento" non è una carta di principi scritti a tavolino, ma un documento frutto di un percorso partecipato da attori della cooperazione internazionale istituzionali e non governativi, avviato nel 2008 a Trento all'interno delle iniziative della World Social Agenda, un progetto di Fondazione Fontana onlus. La Provincia autonoma di Trento è il sistema regionale in Italia che stanzia più fondi per la cooperazione internazionale, con il 0,25% del suo bilancio dedicato ai progetti nei Paesi in via di sviluppo. La "Carta di Trento" è stata scritta da chi opera in prima linea per il diritto al cibo ed è frutto dell'esperienza maturata sul campo nei progetti di sicurezza e sovranità alimentare. Il documento tratta temi di scottante attualità come il land grabbing, ovvero la corsa all'accaparramento delle terre in Africa e in Asia da parte di investitori esteri, la necessità di una riforma della finanza per tutelare il cibo dalla volatilità causata dalla speculazione finanziaria senza regole, l'agroecologia come via alternativa per incrementare la produzione nel rispetto dell'ambiente e delle comunità locali. I promotori della Carta di Trento sono: Accri, Amref Italia, Associazione Trentino con i Balcani, Centro per la formazione alla Solidarietà Internazionale, Comitato Collaborazione Medica, Consorzio Associazioni con il Mozambico, Cuamm Medici con l'Africa, Docenti Senza Frontiere, Fondazione Fontana, Fondazione Ivo de Carneri, Gruppo Trentino Volontariato, Ingegneria Senza Frontiere, Ipsia del Trentino, Mandacarù, Muse-Museo delle scienze, Osservatorio Balcani e Caucaso, Progetto Prijedor, Saint Martin CSA–Kenya, Tremembè, Università degli Studi di Trento, Wwf Trentino Alto Adige. Hanno inoltre apportato un contributo all'elaborazione: Ctm altromercato, Servizio emigrazione e solidarietà internazionale della Provincia autonoma di Trento, Focsiv. Informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , 0461390092.

 
PDFStampaE-mail

Accoglienza richiedenti protezione internazionale

focus accoglienza richiedenti protezione internazionale in trentino immagine dettaglio2Quanti sono i richiedenti protezione internazionale accolti in Trentino? Quali sono i servizi offerti? Quanto e come si spende per l'accoglienza? Chi sono i richiedenti protezione internazionale? Da quali soggetti è composta la rete dell'accoglienza? A queste e altre domande rispondono le slide predisposte dal Cinformi del Dipartimento salute e solidarietà sociale della Provincia autonoma di Trento. Nelle schermate della dispensa è disponibile il quadro aggiornato dell'accoglienza in Trentino con il dettaglio dei costi, l'elenco dei diversi servizi e tutti i soggetti che compongono la rete impegnata con i richiedenti protezione internazionale. Persone che, su precisa richiesta dello Stato italiano, la Provincia autonoma di Trento responsabilmente accoglie. Un'accoglienza di cui le famiglie possono essere protagoniste comunicando la propria disponibilità al Cinformi. La notizia e le slide offrono anche le risposte alle domande più frequenti e diversi link a foto, video e approfondimenti che esprimono l'accoglienza in Trentino, l'incontro dei profughi con la comunità e il loro vissuto prima e dopo il loro "viaggio della speranza". Disponibile inoltre il quadro del fenomeno richiedenti protezione internazionale in Italia, in Europa e nel mondo. Informazioni:0461405600.

 
PDFStampaE-mail

Campagna per aiutare VANJA VORONOV

ppVanja è un bambino di 9 anni fino al 10 gennaio viveva in Ucraina sud orientale come tutti i suoi coetanei fra gioco e paura. Vanja abitava in un villaggio del Donbass colpito dalla guerra fratricida che da un anno imperversa nel sud est del paese. Quel giorno a causa di un bombardamento dell'esercito ucraino il bambino, mentre stava giocando con il fratellino di cinque anni nel cortile di casa, è stato colpito da una bomba. Il fratellino è morto e Vanja ha riportato gravissime ferite. Attualmente si trova in cura a Mosca nell'Istituto di ricerca di Chirurgia d'urgenza e Traumatologia del professor Leonid Roshal. L'associazione Aiutateci a Salvare i Bambini vuole essere vicino a Vanja e alla sua famiglia che dovranno affrontare un percorso di dolore e impegni economici. Molti saranno gli interventi chirurgici e dopo la guarigione un lungo periodo di riabilitazione e l'acquisto di protesi per entrambe le gambe e il braccio destro amputati. Aiuta anche Tu Vanja e attraverso Vanja essere vicino a tutti i bambini del Donbass: UNICREDIT Causale VANJA - IBAN IT 44 S 02008 20800 000101660007 o dona on-line. Informazioni: 3280210408, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 
PDFStampaE-mail

Trento - Colazioni Rebeldi da Zapata

csbTorna dal 7 marzo presso il Centro Sociale Bruno di una sveglia allegra e gustosa fatta assaporando il caffè zapatista, lo zucchero dei Sem Terra e i prodotti genuini del nostro territorio (centrifughe, infusi, torte fatte in casa, marmellate, burro, miele, yogurt ecc. tutti rigorosamente a km0). Ogni sabato dalle 9.00 alle 13.00. Informazioni: 393289173733,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
Forum Trentino per la Pace e i diritti umani Trentino Solidarieta