Mercoledì 18 ottobre 2017

Mercoledì ore 17.00, Trento, Via Verdi 26, Facoltà di Sociologia, Aula Kessler

CusCus

Il progetto CusCus è un progetto basato sul volontariato e risultato tra i vincitori del bando Intrecci Possibili 2017. CusCus con un percorso formativo teorico e pratico tra ottobre e giugno vuole supportare i processi di integrazione, socializzazione e valorizzazione di migranti e italiani (e in particolare delle donne) attraverso un potente mezzo culturale e comunitario: il cibo. A tal fine, CusCus si serve di due strumenti altrettanto importanti per la creazione di opportunità e connessioni: le tecnologie digitali e l’imprenditorialità. Si intende coinvolgere un gruppo di donne e uomini (migranti e non) in attività formative ed esperienziali che si intrecciano lungo percorsi culinari, tecnologici e di imprenditorialità creativa. CusCus è alla ricerca di corsisti e volontari che possano supportare le attività di formazione alle tecnologie digitali di livello base e intermedio. Informazioni: 3343446241, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Mercoledì ore 19.00, Rovereto, via Fontana 14/A, libreria Arcadia

Sopravvivere a Sarajevo. Condizioni urbane estreme e resilienza: testimonianza di cittadini nella Sarajevo assediata (1992-1996)

Presentazione del libro "Sopravvivere a Sarajevo. Condizioni urbane estreme e resilienza: testimonianza di cittadini nella Sarajevo assediata (1992-1996)" , di Bébert Edizioni e il cui editing è stato curato da OBC Transeuropa. Grazie all’eccezionale documentazione arricchita da foto dell’epoca e illustrazioni, il libro proietta nella vita di tutti i giorni di una città che si trova in uno stato di eccezione permanente: 1.395 giorni passati senza luce, acqua e gas, il più lungo assedio della storia contemporanea. Le voci di questo testo raccontano la forza dell’azione umana, mostrando come nei conflitti l’unica possibilità di sopravvivenza sia la costruzione di una comunità che trae linfa vitale dalla creatività e dalla resistenza culturale. L'evento, che vedrà l'intervento di Nicole Corritore e Marco Abram di OBCT, Matteo Pioppi di Bébert Edizioni e Giorgio Ghizzi di Libreria Arcadia, si inserisce nel progetto "The Testimony - Truth or Politics" che si propone di riflettere pubblicamente sulla dissoluzione jugoslava portando al centro le testimonianze individuali di chi il conflitto l’ha vissuto da combattente o invece opponendo resistenza. Informazioni: 0464 424230, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Mercoledì ore 20.45, Trento, via della Malpensada 88, teatro Sanbapolis

OSCAR E LA DAMA IN ROSA

Fondazione Hospice Trentino onlus, Associazione Amici della Fondazione Hospice Trentino, Circoscrizione Oltrefersina, Comune di Trento e Opera Universitaria, promuovono una serata, a sostegno della Fondazione, di sicura godibilità: se il tema è impegnativo, il testo e la bravura dell’interprete rendono lo spettacolo gradevole e poetico, tutt’altro che angosciante. Un bambino di dieci anni, Oscar, vive in ospedale a causa di una malattia grave, che non gli dà grandi prospettive di vita. Si sente solo ma il rapporto con un’anziana volontaria la “Dama in rosa”, che lo va a trovare, mitiga la sua solitudine. La sua amica gli dà un suggerimento: vivi ogni giorno come fosse dieci anni di vita e raccontalo a Dio. Oscar segue il suo consiglio: vive le tappe che scandiscono una vita “normale” e, alla sera, scrive a Dio che, piano piano, sente come amico. Dal testo di Eric Emmanuel Schmitt è nato uno spettacolo teatrale, interpretato da Janna Konyaeva, regia di Emanuela Pianta. Associazione teatrale TEATROMODA. Entrata libera, OFFERTA A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ DELLA FONDAZIONE HOSPICE TRENTINO ONLUS. Informazioni: 0461239131, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..