Giovedì 12 ottobre 2017

Giovedì ore 20.00, Zambana Vecchia, Piazza U. Nobile 1, Associazione MANA

Il cerchio sciamanico

L'Associazione MANA invita ad un cerchio sciamanico è una grande opportunità per entrare in contatto con la propria dimensione spirituale, i propri Maestri Guida e Animali di Potere. Formare un CERCHIO SCIAMANICO e farne parte all'interno di uno spazio sacro e protetto è una preziosa esperienza. Chi vi partecipa può condividere le proprie esperienze come fonte e arricchimento collettivo e personale di tutti i partecipanti. Nel cerchio si crea un'unione che ci porta oltre le barriere e i pregiudizi. La serata si dividerà in due parti: Viaggio Sciamanico nel mondo di sotto per incontrare il proprio Animale di Potere e Rituale di Guarigione Sciamanica. L''incontro è aperto a tutti e, avrà una durata di circa 2 ore. Chi possiede tamburo e sonagli è invitato a portarli. Si consiglia un abbigliamento comodo, calzini, materassino e coperta. Informazioni ed adesioni: 347 2312587, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 333 2417071, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Giovedì ore 20.30, Trento, via lungadige San Nicolò 4,Centro Sociale Bruno

Catalogna Indipendente

Presentazione del libro "Catalogna Indipendente" (edizioni Manifesto Libri). Ne parliamo con Maria Rovira, consigliera comunale di Barcellona del CUP (Candidatura d'Unidad Popular) e Tommaso Baldo, scuola di formazione politica "Odio gli indifferenti" del Centro sociale Bruno. Molte analisi riassumono la posizione indipendentista catalana con la volontà egoistica di una Regione ricca di smettere di cedere ricchezza al resto del Paese, venendo meno al patto sociale fondamentale di redistribuzione garantito dal sistema nazionale di contribuzione. Tuttavia, il fronte indipendentista non si riassume a questa posizione: la Catalogna non è la Padania perché, oltre alle questioni economiche, esistono radici storiche e politiche ben precise, legate a doppio filo all’anti-franchismo e al rifiuto della monarchia. In Catalogna esiste un indipendentismo fortemente legato alla sinistra, che rappresenta un’anima importante del movimento attuale. Questo indipendentismo si concepisce come antitetico al nazionalismo, inclusivo e aperto delle differenze, e pensa l’indipendenza della Catalogna come un trampolino per la costruzione di una democrazia costruita dal basso, in aperta critica all’assetto neoliberale dell’Europa. Informazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..