Giovedì 25 gennaio 2017

Giovedì 18.30, Trento, Via Roma 57, ACLI

Contro il razzismo, per la dignità dei profughi, degli stranieri

Attraverso letture di testimonianze, passate e presenti, capaci di smuovere le coscienze di chi ha ancora un briciolo di compassione e empatia, vogliamo incontrarci e per dire insieme: no al razzismo, sì all'umanità. Hanno per ora aderito: Il Giocode gli Specchi, Libreria Drake, CAVA - Coordinamento delle Associazioni della Vallagarina per l'Africa , Comitato delle associazioni per la Pace e i Diritti Umani, GaSud Rovereto, Tam Tam per Korogocho, Ipsia del Trentino, Gruppo Autonomo Volontari per la Cooperazione e lo Sviluppo del Terzo Mondo – Rovereto, Acli, ACCRI, Associazione Oscar Romero, Unimondo. Informazioni: 0461 277 277, segreteria@aclitrentine.it.

Giovedì ore 19.00, Trento, Piazza Pasi

Verità per Giulio Regeni

Alle 19.41 del 25 gennaio 2016 si persero le tracce di Giulio Regeni, ricercatore italiano in Egitto. Il suo corpo venne fatto trovare alcuni giorni dopo, con evidenti segni di tortura. A due anni dalla scomparsa non sono ancora del tutto chiare le circostanze della morte di Giulio Regeni, né sono stati incriminati i suoi responsabili. È chiaro anzi che rimangono estese reticenze da parte del governo egiziano, considerato dall'Italia un partner affidabile. È per questo che la sezione italiana di Amnesty International torna in piazza in occasione del secondo anniversario della scomparsa di Giulio Regeni. In parallelo con iniziative simili previste in tutt'Italia, il gruppo Amnesty International Trento organizza un presidio a cui tutti sono invitati a partecipare. Fin dal primo giorno Amnesty International è impegnata, al fianco della famiglia Regeni, a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni e a denunciare le violazioni dei diritti umani compiute in Egitto, dove ancora oggi continuano le sparizioni forzate e le violenze arbitrarie. Affinché sia fatta piena luce su quanto accaduto, la mobilitazione dell'opinione pubblica rimane fondamentale. Informazioni: gr150@amnesty.it, 389 9896266.

Giovedì ore 19.00-20.30, Viale degli Olmi 24 Centro Teatro

5 incontri con la Danzamovimentoterapia

Percorso con varie tecniche di danzaterapia in collaborazione con Associazione onlus di artiterapie Laltrarte: MOVIMENTO AUTENTICO ed EXPRESSION PRIMITIVE ( il filone etno-antropologico della danzaterapia). Il Movimento Autentico nasce in California negli anni '50 con la danzaterapeuta Mary Starks Whitehouse, l'approccio da lei utilizzato è andato poi ad integrarsi ai suoi studi presso il C.G. Jung Institut di Zurigo. Il Movimento Autentico ha continuato ad evolversi negli ultimi trent'anni approfondendo vari aspetti della pratica, offrendo una grande possibilità di risveglio del corpo e dell'anima insieme, all'interno del setting della terapia, nella meditazione e nel lavoro artistico creativo. Expressione Primitive: i fondatori di questo metodo negli anni '70 sono France Schott Billmann, psicanalista, antropologa e danzaterapeuta francese che ho seguito personalmente per anni e tutt'ora quando posso e Herns Duplan, danzatore di origini haitiane, trasferitosi in Francia. Il termine Expression Primitive rimanda a tutto ciò che per gli uomini è universale e si riferisce alla preziosa eredità dell’era preistorica. Riguarda, in particolare, le strutture psichiche primarie che si creano nello sviluppo del bambino. Il costo del ciclo di 5 incontri è 75 euro ed è consigliata la continuità della frequenza, per la sequenza delle proposte che farò. Oltre a questi incontri organizzerò giornate o mezze giornate seminariali nei fine settimana, di integrazione fra danzaterapia e musicoterapia, teatroterapia ed arteterapia. Informazioni ed iscrizioni: 339 4602596, natalina.susat@libero.it.

Giovedì ore 19.15, Rovereto, Piazza Erbe

Verità per Giulio Regeni

Alle 19.41 del 25 gennaio 2016 si persero le tracce di Giulio Regeni, ricercatore italiano in Egitto. Il suo corpo venne fatto trovare alcuni giorni dopo, con evidenti segni di tortura. A due anni dalla scomparsa non sono ancora del tutto chiare le circostanze della morte di Giulio Regeni, né sono stati incriminati i suoi responsabili. È chiaro anzi che rimangono estese reticenze da parte del governo egiziano, considerato dall'Italia un partner affidabile. È per questo che la sezione italiana di Amnesty International torna in piazza in occasione del secondo anniversario della scomparsa di Giulio Regeni. In parallelo con iniziative simili previste in tutt'Italia, il gruppo Amnesty International Rovereto - Alto Garda organizza un presidio a cui tutti sono invitati a partecipare. Fin dal primo giorno Amnesty International è impegnata, al fianco della famiglia Regeni, a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni e a denunciare le violazioni dei diritti umani compiute in Egitto, dove ancora oggi continuano le sparizioni forzate e le violenze arbitrarie. Affinché sia fatta piena luce su quanto accaduto, la mobilitazione dell'opinione pubblica rimane fondamentale. Informazioni: 347 9395844, info.amnesty.rag@gmail.com.

Giovedì ore 20.30, Trento, Mattarello, centro civico S. Vigilio, sala A. Perini

Viaggi Persone Paesaggi

Nel trimestre gennaio-marzo 2018 quattro associazioni di Mattarello, ACLI, Circolo Pensionati e Anziani, Fondo Progetti di Solidarietà e la SAT, propongono un ciclo di incontri dal titolo "Viaggi Persone Paesaggi". L'iniziativa si propone non sotto una veste turistica, bensì con l'intento di stimolare una riflessione sul viaggio, affrontato sotto diversi aspetti. Ogni serata offrirà un modo diverso di affrontare questa avventura, saremo presi per mano dai protagonisti e accompagnati virtualmente, con parole, immagini, musica, canzoni in un viaggio dentro i luoghi, la loro storia, le persone che vivono e fanno vivere i territori toccati da questo avvincente percorso. Si parlerà di viaggi in bici, a piedi; viaggi intrapresi per documentare e testimoniare eventi; viaggi fatti con la fantasia e la speranza; impegni concreti per la soluzione di problemi intrinseci al territorio; la grande storia dei viaggi biblici di ieri e oggi. In questa occasione: "Paesaggio come fonte della storia. La traversata delle Alpi in bici", relatore Alessandro De Bertolini. Ingresso libero. Informazioni: 3280372846, lorenzinivittorio@virgilio.it.

Giovedì ore 20.30, Rovereto, via Balista 6, Auditorium Istituto "Don Milani"

ALLA RICERCA DELLE RADICI DEL MALE

ANPI sezione "Angelo Bettini" Rovereto-Vallagarina invita alla visione del documentario di Israel Cesare Moscati per la regia di Piero D'Onofrio "ALLA RICERCA DELLE RADICI DEL MALE". Il documentario racconta storie di donne e di uomini della Shoah che hanno subito il male più atroce, assoluto, raccontate da figli e nipoti, vittime anch'essi del dolore. Accanto a loro, altre storie, apparentemente contrapposte: quelle dei figli e nipoti dei carnefici, dei nazisti, che quelle donne e quegli uomini hanno massacrato. Si è di fronte ad un dolore altrettanto assoluto, provocato dalle colpe infami dei loro padri e nonni. Un viaggio in alcuni dei luoghi in cui il male è avvenuto, luoghi simbolo della dolorosa memoria del Novecento: dal campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau al "Binario 21" di Milano, da cui partiva il treno dei deportati e le Fosse Ardeatine a Roma, simbolo della Resistenza al nazi-fascismo. Con un messaggio finale di speranza per il futuro, nella consapevolezza che, perchè il passato non si ripeta, la Storia debba essere compresa, oltre che ricordata. Ingresso libero. Informazioni: 338 6496068.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.