Sabato 24 marzo 2018

Sabato e domenica ore 10.00-19.00, Trento, via Roberto da Sanseverino 95, Impact Hub

TAKE HAWAII SPRING EDITION | ARTE/DESIGN/ARTIGIANATO

Take Hawaii non è un semplice market di autoproduttori creativi. Take Hawaii è un momento di Impuct Hub dedicato alla scoperta del mondo del fatto a mano, vero e proprio modello imprenditoriale dal basso. Take Hawaii è anche un momento d’incontro, scambio, ritrovo per maker che vogliono vivere in maniera diversa la propria professione Take Hawaii è un’occasione per chi è alla ricerca pezzi unici, creativi, originali, di design e soprattutto di qualità. Un caldo isolotto d’asporto dove scoprire maker, creativi, artigiani designer. Entrata libera. Informazioni:0461 1583407, info@hubtrentino.it.

Sabato ore 14.00 - 18.00, Trento, Vicolo Galasso 13, spazio Galasso

La voce nel canto indigeno

Bottega Buffa CircoVacanti all'interno del micro festival In Femmina Veste presenta: "la voce nel canto indigeno", un workshop di canto tradizionale con Shirley Djukurna del popolo Krenak. Informazioni: info@bottegabuffacircovacanti.it.

Sabato ore 14.00, Trento, MUSE

FESTA DEGLI ORTI COMUNITARI - Coltiviamo con cura

Non Profit Network - CSV Trentino invita  a Coltiviamo con cura la FESTA DEGLI ORTI COMUNITARI che  concluderà al MUSE, con una Festa molto particolare aperta a tutta la cittadinanza, il percorso “Orto come bene comune: tra territorio e comunità”. In realtà, più che un percorso, è stato un vero e proprio laboratorio, organizzato dal Centro Servizi Volontariato trentino, dal MUSE e dal Comune di Trento, con la partecipazione della Scuola Italiana Beni Comuni (SIBEC). Obiettivo principale: insegnare ai cittadini come creare un orto urbano, costruendo relazioni comunitarie. I vari incontri hanno visto la partecipazione di docenti, esperti a livello nazionale e locale e vari conoscitori delle esperienze di orti comuni. COLTIVIAMO CON CURA, quindi, sarà una giornata di Festa al MUSE – che per l’occasione si potrà visitare gratuitamente – per conoscere il movimento degli orti urbani comunitari e le esperienze di amministrazione condivisa. Una festa aperta per tutti dove si potranno incontrare realtà del territorio e di altre parte d’Italia legate al mondo dell’orticoltura urbana, della rigenerazione di comunità e della partecipazione dei cittadini alla cura dei beni comuni. Tutto questo attraverso laboratori, stand, piccoli workshop e chiacchierate con esperti di orti sociali e comunitari. Qualche assaggio del ricco programma? A partire dalle ore 14.00 parleremo di Orto come comunità in una serie di incontri, per esplorare come gli spazi verdi coltivati possano trasformarsi in luoghi dove far crescere e rendere più forte la propria comunità. Costantina Righetto, ad esempio, ci spiegherà cosa succede alle persone quando si trovano in connessione con le piante, ma soprattutto ci racconterà la sua esperienza all’ospedale di Venezia, nella creazione di un programma di riabilitazione post-trauma basato sull’ortoterapia. Mentre Silvia Cama, di Terra! Onlus, ci parlerà del progetto P’orto di Lampedusa: un orto voluto come luogo di lavoro per le persone con diverse fragilità, ma che è diventato uno spazio di incontro per tutti i cittadini, per recuperare un senso di comunità e forse per innescare una economia diversa in questa che è ormai considerata “l’isola degli sbarchi”. In prima fila per difendere il cibo locale troveremo Slowfood Primiero, che porta avanti da alcuni anni il recupero di terreni e terrazzamenti abbandonati, aiutando gruppi di cittadini a ripristinare e a coltivare questi spazi “recuperati” alla coltivazione di piante antiche. Con loro parleremo di quanto sia cambiato il rapporto fra territorio trentino e produzione di cibo locale ma anche di tutto quello che possiamo fare per ricostruire questa relazione. Verso sera gusteremo un aperitivo al pomodoro unico, proposto e musicato dai Funky Tomato, un’iniziativa che coinvolge migliaia di agricoltori e un centinaio di stabilimenti di trasformazione sparsi fra Puglia, Basilicata e Campania, una decina di attivisti e circa 20 ragazzi impegnati in prima linea a difendere i diritti dei lavoratori. Un’azienda di pomodori a filiera partecipata che dice no al caporalato e assume i migranti. Informazioniinfo@volontariatotrentino.it.

Sabato ore 14.30, Baselga del Bondone, Sala Circoscrizionale

LE VIBRAZIONI ARMONICHE DEL CUORE

Pomeriggio promosso dall'Associazione ONLUS di Arti Terapie Laltrarte per concedersi la gioia e la serenità della primavera con le vibrazioni armoniche: si alterneranno proposte con il movimento corporeo e la danza, per risvegliare l'energia vitale, a momenti di ascolto di suoni armonici, che portano rilassamento: didgeridoo, gong, ciotole tibetane, ocean drum, tamburo sciamanico, koshi, sonagli, sansula e soprattutto diversi Hang. Con con Paolo Borghi e Natalina Susat. 
Necessaria prenotazione: 3394602596, info@laltrarte.org.

Sabato ore 19.00, Trento, Pergine Valsugana, Oratorio Don Bosco

Cena etnica solidale

L'ASSOCIAZIONE KARIBA con grande piacere che vi invitiamo alla CENA ETNICA SOLIDALE con thè del benvenuto, Samosas, Falfal Curry ( spezzatino di vitello in salsa curry con riso), Khudaarta (verdure miste cotte con sugo), dolce tradizionale e caffè. Danze e musiche dall'Africa. Animazione con dimostrazione della danza Kizomba e ospiti speciali da Capo Verde. Informazioni e prenotazioni: 3404744082, 3472951241, associazionekariba@gmail.com.

Sabato ore 20.30, Pomarolo, sala Civica (sopra la farmacia)

Diamo loro un futuro il nostro impegno in l'Africa

Le associazioni VOLONTARI PER LA COOPERAZIONE DI POMAROLO, KUSAIDIA onlus, GRUPPO AUTONOMO VOLONTARI per la Cooperazione e lo Sviluppo del Terzo Mondo invitano all'incontro "Diamo loro un futuro il nostro impegno in l'Africa". La cittadinanza tutta è invitata per incontrare i progetti delle associazioni in Africa in essere e futuri!Informazioni: info@kusaidia.org

Sabato ore 21.00, Trento, vicolo S. Marco 1, Centro per la Cooperazione Internazionale

Ererré

Bottega Buffa CircoVacanti all'interno del micro festival In Femmina Veste e in collaborazione con il progetto "Sguardi dei popoli indigeni brasiliani" presenta: "Ererré", la voce di una donna indigena con Shirley Djukurna del popolo Krenak. Ingresso libero. Informazioni: info@bottegabuffacircovacanti.it.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.