Venerdì 4 maggio 2018

Venerdì ore 17.30, Trento, piazza Duomo, Museo Diocesano Tridentino, Sala Arazzi,

Nascere. la natività nell’arte

Promosso dall'associazione Oscar A. Romero e dalla rivista Il Margine, in collaborazione con la casa editrice Il Margine all'interno del percorso formativo "NASCERE E RINASCERE. La sfida dell'umano" incontro con la relatrice Maddalena Ferrari, storica dell’arte. Ci sono questioni davvero straordinarie oltre che centrali per la vita umana che sono state a lungo lasciate sullo sfondo della riflessione culturale. Una di queste è il tema della nascita, del suo significato simbolico e del suo autentico impatto esistenziale. In certo qual modo, come afferma Hannah Arendt, abbiamo assistito a una rimozione del tema della nascita coperta da una monocorde riflessione filosofica sulla morte. Ogni nascita è per tutti l'esperienza straordinaria dell'accesso all'umano e ogni rinascita è una sfida esistenziale da assumere. Informazioni e programma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Venerdì ore 20.00, Lavis, Sala di pubblica lettura

Le mie Madri – arte introspettiva

L'Osservatorio Interiore ha deciso di organizzare una serata per la presentazione del libro “Le mie Madri – arte introspettiva”, relatori la pittrice scrittrice Mazzoldi Aurora e la psicologa psicoterapeuta Giannini Antonella. Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Venerdì ore 20.30, Trento, Piazza S. Maria Maggiore, Fondazione Demarchi

Liberi Da Dentro - Carcere e pena riparativa

Liberi Da Dentro è un progetto biennale sostenuto dalla Fondazione Caritro finalizzato a diffondere sul territorio una conoscenza reale del mondo del carcere, delle pene e del loro effetto sulle persone. Attraverso la proposta di eventi e incontri pubblici, conferenze, iniziative nelle scuole, spettacoli e film, e con il coinvolgimento della cittadinanza nel processo di accoglienza nel tessuto sociale delle persone sottoposte a condanne penali, si vuole puntare alla promozione di una cultura capace di sviluppare una visione di tipo riparativo e di alimentare il senso di una responsabilità sociale collettiva. Cuore di tutta la proposta è il dar voce a varie testimonianze di persone detenute o ex detenute, perché si ritiene che il processo della narrazione personale autobiografica possa essere uno strumento efficace per permettere ai cittadini di conoscere, in prima persona, vicende e dimensioni abitualmente escluse dal dibattito pubblico. In questa occasione lo spettacolo “Dalla viva voce”, un recital per voce narrante, pianoforte e video (a cura di Quadrivium, associazione di musica contemporanea di Riva del Garda), che propone frammenti di storia autobiografica di alcuni detenuti raccolti da Amedeo Savoia, nella sua attività di insegnante di scuola e di operatore teatrale nel carcere di Trento. Il recital si alimenta delle reazioni emotive che spesso suscita nell’opinione pubblica la notizia di un reato e le confronta con le testimonianze di alcuni detenuti. Informazioni e programma: 0461262125, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..