PERGINE: IL FESTIVAL E LA SUA COMUNITÁ

Per l'edizione 2018 il Festival di Pergine, che torna tra il 6 e il 15 luglio prossimi, esprime il desiderio di coinvolgere la comunità attraverso tre progetti che invitano i cittadini a essere protagonisti: un atlante di persone, un progetto europeo sul tema lavoro e felicità, una performance che invita un gruppo di ragazzine coraggiose a salire sul palco. Sarà la città, con le sue strade, le sue piazze, la sua comunità al centro della 43ma edizione del Festival di Pergine. Tre i progetti che più degli altri invitano i perginesi a mettersi in gioco: A Manual on Work and Happiness, il progetto europeo sul rapporto tra lavoro e felicità; Atlas Pergine, un atlante di scatti della fotografa trentina Elisa D'Ippolito; Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra, creazione firmata da Eleonora Pippo che porterà sul palco un gruppo di ragazzine di Pergine in una riflessione sull'adolescenza. A MANUAL ON WORK AND HAPPINESS: A Manual on Work and Happiness è un progetto internazionale nato dalla collaborazione tra sei organizzazioni europee. Il risultato: uno spettacolo che nasce di volta in volta nei territori dei partner del progetto (finora nelle municipalità di Alcobana e Montijo in Portogallo e Patrasso in Grecia) e che coinvolge direttamente la comunità locale che generosamente condivide il tempo per riflettere sul futuro del lavoro e mettere in discussione i limiti della felicità per creare una performance divertente e provocatoria. Agli abitanti di Pergine e dintorni l'invito a partecipare ad un'esperienza teatrale guidata dalla compagnia portoghese mala voadora, che si svolgerà tra il 19 giugno e il 6 luglio, finalizzata alla realizzazione dello spettacolo di apertura del 43mo Pergine Festival. ATLAS PERGINE: Un progetto fotografico che prende spunto dall'idea che la comunità è un'unità viva e complessa e che si pone l'obiettivo di esplorare la mappatura umana della città, scomponendola e ricomponendola, attraverso incontri con le persone e le associazioni. Sarà questo Atlas Pergine: un vero e proprio atlante umano che restituirà alla comunità di Pergine un'immagine di se stessa, scomposta in ritratti e ricomposta in una mostra. LE RAGAZZINE DI PERGINE STANNO PERDENDO IL CONTROLLO. LA SOCIETÁ LE TEME. LA FINE È AZZURRA: Un nuovo progetto teatrale ideato e diretto dalla regista friulana Eleonora Pippo. Questo suo ultimo lavoro prende ispirazione dall'omonimo teen-drama, vincitore del prestigioso Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto al Napoli COMICON 2015, che racconta l'amicizia tra due ragazzine delle scuole medie. Si tratta di un progetto people-specific e prevede la formazione di una compagnia locale temporanea composta da ragazze tra i 13 e i 18 anni, che in sette giorni (dal 6 al 13 luglio) lavoreranno insieme alla regista alla creazione di una performance originale. Il risultato sarà sempre diverso e imprevedibile: le stesse ragazzine saranno parte del processo di creazione, portando sul palco, ognuna con le sue caratteristiche e peculiarità, qualcosa di originale e unico. Al centro dell'indagine artistica c'è l'adolescenza: le emozioni, i sentimenti, la spinta verso la crescita, la ricerca dell'identità. Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione e iscrizione ai diversi progetti, scrivere a ufficio@perginefestival.it.

Corsi di italiano

Continuano i corsi di italiano gratuiti de Il Gioco degli Specchi. La partecipazione è libera e gratuita. Iscrizioni nella sede del corso, fino ad esaurimento posti disponibili. CORSI LIVELLO PREBASE, BASE E MEDIO primo piano dell'edificio di Via Lunelli 4, nella sede del Cinformi, Trento tutti i martedì dalle 19.00 alle 20.30; tutti i mercoledì dalle 19.00 alle 20.30; il sabato dalle 10 alle 11.30; CORSI PER MAMME CON BAMBINI PICCOLI con servizio di custodia dei bambini presso il Centro Alisei, via Bronzetti 29, Trento ogni giovedì ore 10.00 -11.30; MOMENTI DI CONVERSAZIONE sala Comunità Famiglia, via Giusti 11, Trento ogni giovedì ore 19.30 - 21.00; CORSO DI ITALIANO in relazione all'esame della PATENTE DI GUIDA occorre avere un buon livello di conoscenza dell'italiano. Per l’iscrizione inviare una mail a info@ilgiocodeglispecchi.org o parlare con gli insegnanti dei corsi di italiano sede dell'associazione, via S.Pio X 48, Trento ogni giovedì ore 18.00 - 19.30. Informazioniinfo@ilgiocodeglispecchi.org.

Le Afriche Oggi -1-

Il Centro per la Cooperazione Internazionale  apre le iscrizioni on line al primo corso interamente in e-learning "Le Afriche Oggi -1- Decostruire un’idea, assumere la complessità" il primo di tre corsi introduttivi che vogliono fornire alcune chiavi interpretative e concetti fondamentali per avvicinare in modo critico la complessità che caratterizza il continente africano. L’approccio di questo corso vuole essere essenzialmente storico. Attraverso una disamina delle vicende recenti del continente, si vogliono mettere in luce sia i tratti comuni, come le enormi differenze che l’intrecciarsi di vicende e processi hanno prodotto. Tale disamina cercherà di mostrare come una lettura attenta e critica della storia africana permetta di inquadrare in modo più efficace la sua eterogenea contemporaneità. Il corso si rivolge a tutte le persone che, per interesse personale o per lavoro, desiderano approfondire la loro conoscenza del continente africano. Obiettivi: Decostruire alcuni degli stereotipi più ricorrenti riguardo al continente africano e porre le basi per un approccio ad esso che sia aperto e critico. Offrire un quadro introduttivo alla storia contemporanea del continente africano. Suggerire alcune chiavi interpretative di carattere storico per comprendere alcuni tratti salienti della contemporaneità nelle Afriche. Corso interamente online strutturato in 5 moduli consecutivi. Ogni modulo fornirà i materiali didattici specifici: una videolezione (15 minuti); slides; una lettura obbligatoria; un test di autovalutazione. Il Prof. Uoldelul Chelati Dirar. Il corso può essere iniziato in qualsiasi momento ​all'interno di marzo-luglio e deve essere completato entro la chiusura della finestra temporale. Per accedere al corso è necessario iscriversi alla piattaforma seguendo i passi indicati sulla stessa. Il corso non prevede costi di iscrizione, è comunque richiesta l'iscrizione. Informazioni: g​abriel.echeverria@tcic.eu, 0461 093022.

Co- working

Il Centro per la Cooperazione internazionale invita da febbraio a novembre 2018 a "Co- working PROGETTARE strumenti e significati" una consulenza per offrire opportunità di scambio e informazioni finalizzate ai bisogni specifici di ogni associazione; accompagnare gli operatori delle associazioni nelle fasi del ciclo di progetto; agevolare le associazioni nel reperire informazioni. Metodologia Co-working a tema e con consulenza sui principali strumenti e sulle metodologie di progettazione. Quando? Ogni giovedì è aperto il servizio di co-working a tema in cui le associazioni possono lavorare insieme su temi comuni e con il supporto del Centro per la Cooperazione internazionale. Ogni mese si tratterà un argomento specifico, anche su proposta delle associazioni. Informazioni: sandra.endrizzi@tcic.eu, 0461093032.