Mercato dell'Economia Solidale Trentina

Il Mercato dell'Economia Solidale Trentina #MES vi aspetta il giovedì mattina in Piazza Santa Maria Maggiore a Trento e ogni martedì pomeriggio in Piazza San Giovanni ad Ala Al mercato partecipano stabilmente dodici espositori appartenenti all’economia solidale trentina, ossia realtà economiche che hanno aderito ai relativi disciplinari previsti. I prodotti presenti spaziano dall’alimentare biologico al vestiario biologico, dai prodotti della cooperazione sociale ai prodotti biologici dell’alveare. Oltre alle sopra citate realtà, a rotazione partecipano al mercato una serie di altre realtà dell’economia solidale trentina, anch’esse aderenti ai disciplinari previsti dalla legge provinciale ed è attivo il servizio di Cargobike che vi porta direttamente la spesa a casa! Informazioni: segreteria@economiasolidaletrentina.it.

Curiosi tutto l'anno

12 mesi di esperienze con la Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio che nel 2018 ha deciso di proporre due attività ogni mese, con il desiderio di raccontare il nostro territorio in tutte le sue peculiarità e da diverse prospettive: ogni stagione ci regala colori, profumi e paesaggi diversi, che desideriamo scoprire, insieme a chi vorrà partecipare, a passo lento, con l'attenzione e il rispetto che il nostro ambiente merita. "In tutte le attività che proponiamo sarà presente un accompagnatore di media montagna, esperto naturalista, che saprà guidarci nella scoperta della biodiversità del nostro territorio: una ricchezza che sa manifestarsi solo a chi ha uno sguardo curioso ed è pronto a lasciarsi stupire. Saremo anche in compagnia delle associazioni e delle piccole aziende agricole che sempre più collaborano con la Rete di Riserve, proponendo i propri prodotti biologici e un'allegra ospitalità. Ogni mese vi proporremo un appuntamento fisso con "I Mercoledì della Rete di Riserve": un'escursione di mezza giornata, il mercoledì pomeriggio, per conoscere da vicino e comprendere meglio l'enorme valore naturalistico ed ecosistemico delle aree protette del nostro territorio (le torbiere d'alta quota del Lago di Valda e del Lac del Vedes, il lariceto di Capriana, il torrente Avisio) e dei siti di interesse culturale-etnografico e geologico (il Sentiero dei vecchi mestieri, le Piramidi di Segonzano, il paesaggio terrazzato, i piccoli borghi...). Ogni mese, poi, un evento di una giornata intera, nel fine settimana, per esplorare gli aspetti più affascinanti del nostro territorio: esperienze in cui i partecipanti saranno coinvolti in modo attivo, mettendosi in gioco, sporcandosi le mani. Rastrelleremo insieme i prati per prepararli alla bella stagione, raccoglieremo erbe officinali preziose per la nostra salute, così come il largà, l'oro del larice; dormiremo in tenda, ascoltando la voce del bosco di notte, e ci lasceremo affascinare dall'alba e dal risveglio della natura; diventeremo contrabbandieri, trasportando la preziosissima grappa della Val di Cembra, e cammineremo, sia di notte che di giorno, per visitare rifugi, castelli, antichi masi, piccole aziende agricole biologiche... sempre in compagnia delle nostre guide, ma anche di contadini, musicisti, amici". Informazioni e programma: 0461/685003, c.grumes@comuni.infotn.it.

Iniziano le trasmissioni di Radio Memoriae

Iniziano le trasmissioni di Radio Memoriae. Un percorso formativo grazie al quale imparare a raccontare donne e uomini di pace: questo l’obiettivo del progetto Radio Memorie. Da ottobre lavorano ai contenuti di un nuovo programma radiofonico e ad una nuova grafica: sono i giovani partecipanti al progetto Radio memoriae, tutti ragazze e ragazzi tra i 15 e i 20 anni, che hanno affrontato un percorso formativo dalla duplice veste. Da un lato una formazione giornalistica, grazie alla quale hanno approfondito nove figure di pace, nove personaggi, nove donne e uomini capaci di fare la differenza tramite un impegno civile, con coraggio e determinazione. Dall’altra una formazione grafica e radiofonica, visto che l’obiettivo del progetto era proprio quello di realizzare puntate radiofoniche di approfondimento su queste figure. Cosi i ragazzi hanno raccontato storie che meritavano di uscire dai cassetti della storia. Per farlo due strumenti diversi ma complementari: non solo la radio ma anche le arti grafiche. Dieci puntate di radio (una puntata di “raccordo” e 9 puntate “personaggio”) e dieci grandi manifesti da apporre nei corridoi delle scuole. Lo staff di Radio Memoriae, giunto alla seconda edizione, ha selezionato le storie di nove uomini e donne che nei contesti geografici e storici più svariati sono stati in grado di opporsi con metodi nonviolenti a situazioni di dittatura, discriminazione e violenza.: Abdul Ghaffār Khān, Adolfo Maria Perez Esquivel, Aldo Capitini e Pietro Pinna, Danilo Dolci, Ellen Johnson Sirleaf, Ibrahim Rugova, Leyla Zana, Liu Xiaobo e Shirin Ebadi. I ragazzi hanno deciso di partecipare autonomamente, anche se per alcuni di loro che ne hanno fatto richiesta sono stati attivati accordi con gli istituti per garantire il riconoscimento del percorso come iniziative di alternanza scuola lavoro. Da fine novembre ad aprile i ragazzi hanno partecipato a iniziative formative di grande spessore, a partire da una formazione residenziale di tre giorni. I percorsi di avvicinamento al giornalismo radiofonico e alle arti grafiche sono stati gestita da esperti e giornalisti di grande esperienza: Emanuele Giordana, Giulia Laura Ferrari, Beatrice Taddei Saltini, Nicola Pifferi e Michele Citarda e Luigi Penasa. Da gennaio si è dato il via al lavoro di ricerca e alla formazione tecnica presso le radio e lo Studio d’Arte Andromeda. Guidati dagli esperti i ragazzi hanno approfondito le competenze in ambito giornalistico, radiofonico e artistico, realizzando la struttura delle puntate e i manifesti esplicativi.  Nelle ultime settimane il lavoro è entrato nel vivo della registrazione e produzione artistica, i cui risultati sono visibili oggi. Le trasmissioni andranno in onda dal 25 aprile e saranno ovviamente riascoltabili sul Web, anche sui siti delle associazioni coinvolte nel progetto. Informazioni: 0461213176, rediomemoriae@gmail.com.

Siamo Europa

Il Servizio Europa della Provincia Autonoma di Trento lancia la seconda edizione di “Siamo Europa”, festival sulle politiche europee in programma dal 25 al 27 maggio in piazza Santa Maria Maggiore a Trento. Ogni anno l’Europa celebra la propria festa il 9 maggio, ricordando quando nel 1950 Robert Schuman gettò le basi per il progetto di integrazione comunitaria. Da una “festa comandata” si è deciso in Trentino, terra sensibile per vari motivi all’Europa, di proporre una manifestazione di piazza di tre giorni per amplificare il messaggio e portarlo in maniera più diretta ai cittadini. Cercando di mettere assieme tematiche “alte” con ciò che fa l’Europa concretamente per gli europei. Il festival è coordinato dai centri di informazione europea Europe Direct Trentino e Centro di Documentazione Europea di Trento con la collaborazione della Fondazione Trentina Alcide Degasperi e di Villa Vigoni, luogo di confronto e dialogo tra i governi italiano e tedesco. Anche nell’edizione 2018 sono in programma seminari, tavole rotonde, confronti, la presentazione di progetti finanziati dall’Europa in Trentino, spettacoli e altre attività. Informazioni e programma: 0461 495088, europedirect@provincia.tn.it.