Religion Today Fimfestival

rt20.jpgIl ventesimo “compleanno” di Religion Today Filmfastival, in scena in Trentino tra il 13 e il 22 ottobre prossimi, sarà l’occasione per rileggere la complessità del nostro presente, raccogliendo l’eredità di ieri e gettando uno sguardo verso il domani. Un’edizione che riassume venti anni. Venti anni in cui la piccola storia di Religion Today, nato a Trento come primo festival di cinema delle religioni espressamente votato a promuovere il dialogo tra le fedi, ha seguito il passo della grande Storia, registrando i traumi, le inquietudini e gli slanci di una società in profondo mutamento. Venti anni che hanno cambiato il mondo sarà dunque il titolo della ventesima edizione di Religion Today, che torna a Trento e in Trentino – con anteprime e appendici anche fuori provincia – tra il 13 e il 22 ottobre prossimi. Per raccontare del ritorno della religione nella sfera pubblica, di popoli in movimento, di nuovi schermi e di nuovi strumenti a servizio anche delle religioni. Il programma del Festival dà ampio spazio al cinema – con la proposta mai così varia dei 41 film in concorso, tutti commentati in sala, e una selezione dei migliori film di questo ventennio – ma non solo: due saranno gli spettacoli dal vivo e numerosi i momenti di approfondimento per un’edizione che moltiplica i contatti e le presenze internazionali, con una conferenza dei direttori di festival di cinema spirituale e una tavola rotonda che mette in rete il Trentino e la Catalogna. Informazioni e programmaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 3389945014.

Fa’ la Cosa Giusta! Trento

fiiiiera.jpgDal 20 al 22 ottobre nei padiglioni di Trento fiere è di nuovo ora di “Fa’ la Cosa Giusta! Trento”, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili valutata dagli espositori come una delle più belle d'Italia. Giunta alla tredicesima edizione lungo un percorso che ha permesso agli organizzatori di Trentino Arcobaleno e Trento Fiere di correggere i loro errori di gioventù, ma non gli ha fatto perdere la loro coerenza quasi ossessiva con i valori che la hanno fatta nascere, anche quest'anno la mostra mercato porterà in via Briamasco oltre 200 espositori, che dal mangiare al viaggiare, passando per l'abitare, il vestirsi e il lavare e lavarsi, proporrà una vastissima gamma di prodotti e servizi attenti alle persone e all'ambiente. Fra gli stand non potevano mancare anche i protagonisti di quella che molti media si ostinano a chiamare “emergenza”, ma che è in realtà un processo sociale ed economico che ci accompagnerà per molti anni: i richiedenti asilo e i rifugiati. Con le loro mille storie, provenienze ed abilità proporranno la passata di pomodoro della filiera etica di “SfruttaZero” e le molte attività che li vedono impegnati nei diversi laboratori che stanno nascendo in Trentino. Ricco come al solito il programma culturale dei laboratori e dei seminari, fra i quali spicca “Boicottare la Nike: è servito? Serve ancora?” dove Alberto Saccavini, consulente della manifestazione sul settore dell'abbigliamento ed esperto in moda sostenibile e commercio equo e solidale, analizzerà le conseguenze di una delle più famose campagne di boicottaggio degli anni '90. Sempre presente anche uno spazio bambini per far felici i più piccoli, ma anche i loro genitori. Informazioni e programma: 0461261644, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Promemoria_Auschwitz

716fd9 a753897687214a3b8a743a4012a314f5mv2 d 3980 1219 s 2Promemoria_Auschwitz è un progetto dell'associazione Deina di educazione alla cittadinanza attraverso la promozione della partecipazione. Un progetto pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del reale – a partire dal passato e dalle sue rappresentazioni – e all'acquisizione dello spirito critico necessario per un protagonismo nel presente. Pensiamo sia infatti necessario partire dalle conoscenze e dai punti di riferimento dei giovani, destinatari ma soprattutto protagonisti del progetto, per proporre questo percorso che riteniamo sia per loro innanzitutto una opportunità di crescita, di approfondimento e di confronto.Vedere Auschwitz oggi e coglierne il significato, le implicazioni e le complessità non può prescindere da una prospettiva che non si limiti alla memoria nazionale ma sappia allargare lo sguardo a una dimensione micro e macro-regionale, europea. Universale. Guardare alla storia delle persecuzioni e degli stermini della seconda guerra mondiale significa infatti costruire la consapevolezza che i processi che ne furono alla base sono parte di un passato comune, così come lo sono le conseguenze sociali, politiche, culturali che quella storia ha portato. Informazioni ed iscrizioni fino al 31 ottobre 2017Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 3245873813.

Progetto di ricerca sui bisogni dei giovani

T afcb1deeedc4495ca51935eddcd4fcdc 300x200Un questionario sui bisogni della gioventù per definire le nuove sfide della CRI Quali sono i bisogni della gioventù? Stiamo rispondendo efficacemente come Croce Rossa ai problemi che interessano la fascia più giovane della popolazione ? Aiutaci a scoprirlo! Formazione Stati generali gioventù CRI Croce Rossa Italiana, in collaborazione con Associazione Ciessevi e Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, sta conducendo una ricerca al fine di fotografare alcuni aspetti della generazione dei giovani tra i 14 ed i 31 anni. Attraverso la compilazione di un questionario, ci proponiamo di dare voce agli adolescenti e ai giovani in modo da raccogliere informazioni utili a comprendere i loro bisogni e le loro necessità. Se hai voglia di partecipare a questa ricerca dedicandoci alcuni minuti del tuo tempo, puoi trovare il tuo questionario al link. Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..