Radio Memoriæ

memoriaSta per partire la seconda edizione del progetto Radio Memoriæ. Di che cosa si tratta? Il progetto ricalca le orme della prima edizione che, attraverso delle puntate radio, faceva raccontare ai ragazzi i conflitti dimenticati del Novecento. Quest’anno il soggetto è stato spostato dalle guerre alle figure positive che hanno cercato di contrastare le situazioni conflittuali dedicando la loro vita e le loro azioni a perseguire un ideale di pace concreta. Nella rosa dei personaggi si avranno volti noti e meno noti, che verranno analizzati da un gruppo di ragazzi al fine di realizzare un racconto radiofonico e anche dei prodotti grafici. Queste le novità del 2017 per Radio memoriæ.Chi stiamo cercando? Un gruppo di ragazzi dai 15 ai 23 anni motivati a sperimentarsi giornalisti creativi. Perché partecipare? Conoscerai o farai conoscere alcuni protagonisti di storia della pace; Passerai un weekend intensivo con esperti giornalisti e artisti, con i quali potrai confrontarti; Crei una puntata radio trasmessa dalle emittenti locali e sarai autore di un poster che potrai vedere nella tua scuola, città o paese. Come partecipare? Compilando entro il 15 ottobre modulo d’iscrizione online. Tutti gli iscritti verranno contattati entro la prima metà di novembre per un colloquio conoscitivo e di selezione. Nella seconda metà del mese verrà realizzato un incontro di presentazione e nel weekend dell’8-9-10 dicembre 2017 si terrà la formazione residenziale, ricca di incontri formativi con giornalisti, artisti, autori e tecnici, al termine della quale saranno decisi sia i gruppi di lavoro che i rispettivi Volti di Pace. I partecipanti poi, con il supporto di tutor ed esperti, svilupperanno un lavoro di raccolta di informazioni, dati e suggestioni per realizzare i prodotti grafici e i contenuti delle puntate radiofoniche. La messa in onda e la presentazione pubblica dei risultati progettuali avverrà proprio al termine del progetto, in occasione della Festa della Liberazione. Il progetto è realizzato con il contributo della Fondazione Caritro, l’Ufficio Politiche Giovanili della Provincia autonoma di Trento e del Comune di Trento, il Centro Servizi al Volontariato (CSV), ACLI, Trentine, Associazione 46° Parallelo, Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Unione Scienziati per il Disarmo (USPID) e i partner tecnici Studio d’Arte Andromeda, Radio TrentinoInBlu e SanbaRadio. Informazioni: 0461213176, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..