Salviamo il Lago d'ideo e il fiume Chiese

idro.jpgLegambiente Lombardia e l'Associazione Amici della Terra Lago D'Idro e Valle Sabbia chiedono cin una petizione che i 3 dominus del lago d'Idro, Stato, Regione Lombardia e Provincia autonoma di Trento, costituiscano un Ente gestore paritetico, transregionale, cui venga data l'autorità di effettuare un bilancio idrico su tutta l'asta del fiume Chiese nelle tre Province di Trento, Brescia e Mantova, per censire ogni concessione in essere verificando eventuali sprechi e poter intervenire per imporre una conversione verso il risparmio della risorsa, e che possa imporre ogni altro provvedimento nella direzione indicata dalla Direttiva 2000/60/CE, al fine di realizzare una gestione coordinata dell'intero bacino dalla sorgente del fiume Chiese fino alla sua immissione nel fiume Oglio, per evitare che il patrimonio ambientale del Lago D'Idro venga nuovamente danneggiato da una gestione con svasi di 3,25 metri verticali come prevede il regolamento regionale del 2002, ed evitare quindi che un territorio debba soffrire più di un altro. Informazioni: info@salviamoillagodidro.it.

Insieme per la cultura della pace: aderisci al Forum!

0Aderisci al Forum 4Si rinnova la possibilità di aderire al Forum trentino per la pace e i diritti umani per la XVI Legislatura (2019-2023): c’è tempo fino al 31 dicembre per inviare la richiesta alla presidenza del Consiglio provinciale. Tutte le informazioni a questo link. Da quasi trent’anni, il Trentino si è dotato di un organismo permanente inteso a garantire una realizzazione partecipata delle finalità di promozione della cultura della pace, dei diritti umani, delle libertà democratiche e della cooperazione internazionale. Si tratta del “Forum trentino per la pace e i diritti umani“, istituito con legge provinciale 10 giugno 1991, n. 11 e incardinato presso il Consiglio della Provincia autonoma di Trento, con lo scopo di raccordare, e così rendere più efficace, l’azione delle istituzioni e della società civile su questi temi epocali. Nel Forum le associazioni e i comitati operanti nell’ambito del territorio provinciale nei settori dei diritti umani, della cooperazione e dello sviluppo internazionale, della difesa popolare non violenta, della pace, del disarmo e del servizio civile possono trovare consulenza e supporto sia dal punto di vista progettuale e organizzativo, sia sotto il profilo della comunicazione, così da amplificare l’impatto delle proprie iniziative. Un’associazione o un comitato che ha fatto propri questi temi può quindi aderire al Forum per: #1 Collaborare all’organizzazione di eventi di sensibilizzazione, il Forum intende sollecitare e sostenere la conoscenza di questioni inerenti pace e diritti umani, solidarietà tra i popoli, modalità nonviolente di risoluzione dei conflitti proponendo attività, ricerche, eventi culturali e di sensibilizzazione in collaborazione con associazioni, istituzioni e attori del territorio. #2 Partecipare alla Call for Projects annuale, ogni anno il Consiglio della Pace stabilisce un tema annuale che possa fare da filo conduttore comune per le sue associazioni, in modo che ogni realtà che lavora sulle tematiche della pace possa contribuire e condividere un unico intento in maniera personale e originale a seconda delle proprie priorità, identità e risorse. #3 Amplificare l’impatto delle proprie iniziative, nella sua capacità di unire il mondo associativo e il mondo istituzionale, il Forum può fare da amplificatore per i progetti delle singole associazioni, fornendo un supporto sia dal punto di vista progettuale, affiancandole nell’organizzazione, sia dal punto di vista comunicativo, dando visibilità alle iniziative attraverso i suoi contatti e i suoi canali social. #4 Lavorare in rete, uno degli assi di lavoro principali del Forum è quello di stimolare la collaborazione tra le varie realtà del territorio: condividere le competenze e le modalità di azione è infatti il modo migliore per mantenere attivo il tessuto associativo del Trentino e per arricchire il proprio sguardo sul mondo. Informazioni e modulistica: segreteria servizio assistenza aula e organi assembleari: 0461213290.

 

Tavolo permanente sul Mediterraneo e il Vicino Oriente

Logo Forum webIn occasione della presentazione del cosiddetto “Accordo del secolo” promosso dall’amministrazione statunitense, il Consiglio per la pace e i diritti umani, organo di gestione del Forum trentino per la pace e i diritti umani ribadisce il suo impegno per la costruzione di una pace giusta per i popoli palestinese e israeliano. Ancora una volta hanno prevalso le alleanze e le strategie politiche di alcuni attori in campo anziché una reale volontà di coinvolgimento nel processo di pace della società civile e di tutte le istituzioni coinvolte, a partire da quelle internazionali. La stessa definizione di “accordo di pace” è in contrasto con i contenuti e le modalità di costruzione di questo piano sostanzialmente imposto e unilaterale. Esso, oltre a non aver coinvolto le istituzioni palestinesi, non tiene in considerazione il diritto internazionale, ufficializzando molte delle violazioni alle quali bisognerebbe invece porre rimedio: le colonie illegali, il mancato diritto di movimento in Cisgiordania, l’impossibilità stessa alla costruzione di un vero e proprio Stato palestinese. Il Forum per la Pace si adopera per una diversa risoluzione dei conflitti, basata sul dialogo e sull’osservazione dei diritti umani. Per questo invita a volgere lo sguardo all’area a sud e a est del Mediterraneo, auspicando che, in un profondo dialogo culturale, il ruolo delle istituzioni internazionali e dell’Unione Europea possa riprendere ad essere di primo piano nella promozione del diritto internazionale e di una cultura di pace. È pertanto intenzione del Consiglio della pace, rilanciare i lavori di un Tavolo permanente sul Mediterraneo e il Vicino Oriente, che raccolga e coordini gli sforzi e le istanze delle diverse associazioni impegnate sui temi della solidarietà internazionale, del dialogo interculturale e interreligioso, dei conflitti e dei diritti umani. Invitiamo quindi tutte le associazioni e gli enti che intendano aderire al Tavolo permanente sul Mediterraneo e il Vicino Oriente a prendere contatto con la segreteria del Forum per la pace preferibilmente entro il 21 febbraio in modo da iniziare i lavori nelle settimane successive. Per informazioni e adesioni contattare la segreteria del Forum trentino per la pace e i diritti umani allo 0461/213176 o via mail a forum.pace@consiglio.provincia.tn.it.

CAMPAGNA "NASTRO ROSA"

logo nastro rosa LILT piccoloPrevenzione e informazione possono fare la differenza. Questo è uno dei motti in cui crede fermamente LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Il mese di ottobre è damolti anni dedicato alla Campagna "Nastro Rosa", promossa in tutto il mondo per sensibilizzare le donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita sani da adottare e sui controlli diagnostici utili da effettuare. Puoi richiedere materiale informativo presso le sedi LILT di Trento o scaricare il volantino sull'autocontrollo del tuo seno. Anche LILT Sezione Provinciale di Trento aderisce con molte iniziative alla Campagna attiva in tutta Italia e nel mondo.  Venerdì 25 ottobre la comunità può incontrare alcuni esperti sul tema, all’evento “Cura del tumore al seno in Trentino. Una serata di confronto tra medici e pazienti” (ore 17:00) presso l’NH Hotel Quartiere Albere Trento. Il dott. Paolo Cristofolini con la sua équipe e altri medici, approfondirà l’argomento spaziando dalla nuova Breast Unit, alle aggiornate pratiche di diagnosi, chirurgia terapeutica e ricostruttiva. Molte le iniziative organizzate anche in provincia, con aggiornamenti sul sito e sul canale Facebook dell’Associazione: mercoledì 23 ottobre, ore 20.30 presso l’Auditorium della Cassa Rurale Vallagarina, sede di Ala, serata informativa “La salute in rosa. Limiti e possibilità della diagnosi precoce” 
Con la dott.ssa Girardi - senologa; sabato 26 ottobre, ore 17.00  a Tione Incontro “Novità sul tumore della mammella”; lunedì 28 ottobre, ore 20.30; presso la Sala M. Paternolli del Municipio di Borgo Valsugana, serata informativa “I tumori dell’utero (sia nella parte più interna che in quella più esterna dell'organo possono svilupparsi forme tumorali)” Con il dott. Fabio Battisti – chirurgo ostetrico; martedì 29 ottobre, ore 20.15 a Imer, presso la sala ex Sieghe. Dialogo con l’Oncologo dott. Ambrosini e Loredana Cont: “Prevenzione: ne parliamo o la facciamo?”; mercoledì 30 ottobre, ore 20.3o presso la Sala della Vigna di Nomi, serata informativa “Quante donne sei? La salute nelle diverse età della donne. Con il dott. Zucchelli. Informazioni: info@lilttrento.it, 0461.922733.

 

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.