Il fenomeno migratorio oggi: quali strumenti per una cultura di accoglienza tra i giovani?

L’ACCRI ha organizzato un corso di aggiornamento per insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado ed educatori dal titolo “Il fenomeno migratorio oggi: quali strumenti per una cultura di accoglienza tra i giovani?” nel periodo di novembre e dicembre. Il corso si inserisce in un progetto nazionale della FOCSIV (Federazione Organizzazioni Cristiane di Volontariato internazionale di cui ACCRI fa parte), finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, denominato GUNI – GENERIAMO UNA NUOVA ITALIA: giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati. L’obiettivo del progetto (che prevede anche altre attività, come dei laboratori nei gruppi/classe dei partecipanti coinvolti nella formazione) è quello di promuovere società giuste, pacifiche ed inclusive, attraverso una migliore accoglienza ed integrazione dei migranti ed, in particolare, delle seconde generazioni. Il corso mira a dare strumenti concreti, anche tramite esercitazioni, per affrontare in chiave educativa i temi globali dell’accoglienza, integrazione e dialogo interculturale tra i giovani. Sono previsti 3 incontri, che avverranno di giovedì dalle 16.00 alle 19.00 (8 e 15 novembre e 6 dicembre per un totale di 9 ore) presso il Centro Missionario Diocesano di Trento, in Via S.Giovanni Bosco 7/1. Il corso sarà accredito sulla piattaforma SOFIA del Ministero dell’Istruzione. Informazioni e iscrizioni onlinescrizioni online in scadenza: 0461891279, trento@accri.it.

Riconoscere gli effetti negativi dello stress e dotarsi di strumenti di prevenzione

Evento formativo dell'associazione Amaranta previsto il 13 ottobre ore 14-18 e rivolto a assistenti sociali, professionisti del privato sociale e delle relazioni d'aiuto, che si confrontano quotidianamente con la complessità delle relazioni con gli utenti e con le organizzazioni in cui operano (crediti CROAS richiesti). Il seminario si propone di: dare informazioni sullo stress e sui segnali degli effetti negativi dello stress, in relazione all’attività professionale; presentare e discutere con i partecipanti strumenti di prevenzione degli effetti negativi dello stress, connettendoli alle esperienze dei presenti rispetto alle situazioni sociali e relazionali da loro incontrate. Relatrici: dott.ssa Marianna Nardon, dott.ssa Viola Durini. Informazioni e iscrizioni entro il 10 ottobreinfo@associazioneamaranta.it, 320-4456915.

Corsi di russo e fondamenti della cultura russa

Sono aperte da gennaio le iscrizioni per l'anno 2018 ai Corsi di russo e fondamenti della cultura russa organizzati dall’associazione “Sputnik” di Trento. Sono corsi tematici ed intensivi che forniscono le nozioni necessarie per iniziare a parlare russo presto e bene nell'ambito del turismo, nel lavoro o nelle relazioni personali. Informazioni e iscrizioni: info@sputniktrento.it.

L'Educazione alla Cittadinanza Globale tra Trentino e Balcani

Sono ancora aperte le iscrizioni per il percorso del Centro per la Cooperazione Internazionale, "L'Educazione alla Cittadinanza Globale tra Trentino e Balcani". Il percorso del  prevede tre incontri formativi e uno scambio con i docenti della Serbia tra ottobre e novembre. Il percorso si inserisce nell’ambito dell’Educazione alla Cittadinanza Globale quale cornice educativa dove costruire conoscenza, competenze e atteggiamenti che consentano agli studenti e alle studentesse di contribuire a un mondo più inclusivo, giusto e pacifico che intende offrire a ciascun abitan- te del pianeta la possibilità di conoscere e comprendere, nel corso della sua vita, i problemi legati allo sviluppo globale e di declinare il loro significato a livello locale personale, nonchè di esercitare i propri diritti e le proprie responsabilità di cittadino, contribuendo altresì al suo procedere verso una maggiore giustizia e sostenibilità. L’incontro con gli insegnanti provenienti dai Balcani, territorio caratterizzato da una situazione di impresa della convivenza tra gruppi nazionali, offrirà lo stimolo per riflettere sul ruolo della scuola come luogo di dialogo privilegiato dove ricostruire il vivere insieme all’interno delle comunità e una cultura di apertura e confronto con l’Altro. Attraverso lo scambio di buone pratiche e la collaborazione tra insegnanti trentini e balcanici ci si propone di:1. Sviluppare legami personali con insegnanti provenienti da un altro Paese per lo sviluppo di legami istituzionali tra le scuole; 2. Condividere visioni e lavorare insieme utilizzando metodologie e risorse didattiche acquisite duran- te la formazione; 3. Vivere un’esperienza all’interno della famiglia e della scuola del docente ospitante. Ogni insegnante italiano sarà abbinato ad un insegnante balcanico che lo ospiterà nel proprio Istituto e nella propria casa. Si auspica che lo stesso abbinamento possa rimanere tale anche nello scambio di ritorno quando saranno gli insegnanti serbi e bosniaci ad essere ospiti delle scuole e delle case italiane. Agli insegnanti italiani viene richiesto un livello base di lingua inglese e quindi in grado di comunicare con i docenti e gli studenti delle scuole abbinate. L’abbinamento dei docenti sarà determinato da un accordo considerando una serie di fattori, tra cui il ciclo d’istruzione in cui insegnano, le dimensioni della scuola, gli interessi dei docenti, ecc. Le attività di scambio includeranno: Una panoramica del contesto educativo sull’Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG); La presentazione delle risorse didattiche più utilizzate per sviluppare competenze di ECG; Visite ad associazioni che sono attive nella promozione della cittadinanza attiva; Visite alle scuole e la partecipazione alle attività insieme agli insegnanti locali; Attività culturali (visita dei luoghi di maggior interesse nella zona). Informazioni e iscrizioni: martina.camatta@cci.tn.it.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.