Drammi storici, domande attuali

Drammi storici domande attualiIl Trentino e la Palestina Onlus è lieto di invitarvi giovedì 14 dicembre alle ore 17.30 in Via Manci 27 a Palazzo Trentini di Trento, sala Aurora, alla presentazione del libro “Drammi storici, domande attuali” con sottotitolo: “Palestina - Israele. Scenari di guerra, spiragli di pace”, nato da un percorso di pensiero messo in campo dalla Associazione Pace per Gerusalemme, in collaborazione con un gruppo di lavoro costituitosi all’interno del Forum trentino per la Pace e i Diritti umani. A cura di Micaela Bertoldi, sono stati raccolti i contributi di vari relatori in Convegni e Conferenze, o anche durante incontri nelle scuole, in modo da comporre una riflessione a più voci: scrittori palestinesi, rabbini israeliani, rappresentanti di Forum trentino per la pace e i diritti umani, del Centro Formazione alla Solidarietà Internazionale (oggi CCI), ospiti diversi: Adwan Sami, Al Qaryouti Samir, Carlin Antonella - Dhaher Safa - Dahmash Wasim - Halper Jeff - Jabbar Adel – Martinelli Alessandro - Milgrom Jeremy - Mondini Erica - Nardelli Michele - Pilati Massimiliano - Solera Gianluca - Tonelli Paolo. Si è cercato di mettere a fuoco la drammatica situazione nel Vicino Medio Oriente, con la guerra in Siria - che pare infinita dopo ben sei anni di massacri - e con l’irrisolto nodo della Palestina occupata con sempre continue colonie sostenute dal Governo di Israele. Ad aiutare la riflessione alcuni stralci letterari di autori che si sono interrogati sulle fasi buie della Storia, sul tema dei confini, delle patrie, delle identità e dei muri: alla ricerca delle molte ragioni che rendono degna l’umanità. Informazioni: pacepergerusalemme@gmail.com.

73° anniversario della Liberazione

25aprileMercoledì 25 aprile dalle ore 9.15, in occasione del 73° anniversario della Liberazione, presso la Chiesa SS. Annunziata di via Belenzani: celebrazione della S.Messa in ricordo dei Caduti. Celebra Mons. Giuseppe Grosselli. Ore 10.00 Corteo con deposizione corone alle lapidi di Palazzo Thun, al Monumento ai Caduti presso Piazza Portela, ex IMI presso la Provincia, galleria Partigiani e piazza M. Pasi Accompagna il corteo il Corpo Musicale Città di Trento. Interventi istituzionali: Alessandro Andreatta, Sindaco di Trento; Ugo Rossi, Presidente della Provincia Autonoma di Trento; Pasquale Gioffrè, Commissario del Governo per la Provincia di Trento “Venezia, 2 agosto 1944, in ricordo di Bruno Degasperi e dei fratelli Alfredo e Luciano Gelmi”. Intervengono: Mario Cossali, Presidente ANPI del Trentino e Giuseppe Ferrandi, Direttore della Fondazione Museo Storico del Trentino Esibizione della Corale “Bella Ciao”. Ore 11.00 a Palazzo Geremia nel salone Rappresentanza la cerimonia di commemorazione. Dalle 14.30 al parco delle Albere "Festa della Liberazione in musica". Anche quest'anno l’Arci del Trentino organizza dalle 14.30 alle 24.00 musica, cibo e bevande, divertimento e giochi per festeggiare insieme i 73 anni di liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Sul palco ci saranno Mondo Frowno, Malkovic, Carol Might Know, Duo Bucolico e MATRIOSKA. A condire il pomeriggio saranno presenti anche giochi per bambini, truccabimbi e attività aperte, gzebo delle associazioni, attività sportive, dirette con il Festival della Piattaforma delle Resistenze di Bolzano e presentazione progetti giovani. Informazioni: 0461231300, trento@arci.it.

Dentro la Guerra: Incontri con Barbara Schiavulli

Dentro la guerraSabato 14 alle ore 21.00 e domenica 15 alle ore 17.00, ad Ossana in sala sala Jacopo Aconcio sarà possibile assistere a "Dentro la Guerra: Incontri con Barbara Schiavulli". In collaborazione con Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani, il Comune di Ossana, per il centenario della Grande Guerra e riflettere sull'attualità del conflitto mondiale, organizza due incontri con un'ospite di eccezione Barbara Schiavulli, giornalista di guerra. La serata di sabato con Barbara Schiavulli sarà: "Raccontare la guerra fra fakenews e verità". La giornalista di guerra sopra citata ci racconta della vita delle persone devastata dalla guerra e dalla violazione dei diritti umani. Modera la giornalista Fausta Slanzi. L'intervento di domenica dal titolo "Le lacrime del Venezuela" sarà caratterizzato dalla testimonianza della giornalista Barbara Schiavulli e Assunta Di Pino, vicepresidente dell' Alionlus "Associazione Latinoamericana in Italia Onlus". Modera Monica Bertagnolli. Barbara Schiavulli, giornalista di guerra e scrittrice da 20 anni segue i conflitti in Medio Oriente e Centr’Asia, tra cui Israele e Palestina, Iraq, Afghanistan, Yemen, Siria. E le zone di crisi come il Nord Africa con assigment anche in Centro e Sudamerica. Ha lavorato per quotidiani, settimanali, tv e radio italiane e straniere, tra le quali, l’Espresso e la tv svizzera italiana. Vincitrice di numerosi premi giornalistici, Luchetta, Russo, Cutuli, solo per citarne alcuni, ha sempre puntato la penna per raccontare la vita delle persone che vivono la guerra e la violazione dei diritti umani. Ha pubblicato 5 libri, e ha cofondato e dirige la webradio che si occupa di Esteri, Radio Bullets. Informazioni: 0463751363, protocollo@comune.ossana.tn.it.

I leader della Comunità di Pace di San José de Apartadò in Colombia porteranno la loro testimonianza a Trento

ApartadoVenerdì 12 ottobre  i leader della Comunità di Pace di San José de Apartadò in Colombia porteranno la loro testimonianza a Trento. Roviro Lopez Rivera e Levis Johanis Florez Ramos. Accompagnati dai volontari di Operazione Colomba, il Corpo nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, presente in Colombia dal 2009 per garantire protezione e accompagnamento alle persone vittime del conflitto. «Cos’è la speranza? La speranza è quando non odiamo l'assassino, quando costruiamo una comunità» affermano con forza i due giovani, richiamando la scelta nonviolenta che sta alla base della Comunità di Pace di San Josè de Apartadò. «Lottiamo per un mondo nuovo - continua Roviro - per un mondo diverso e per lasciare ai nostri figli almeno la storia di quello che abbiamo voluto essere». La delegazione della comunità verrà in Trentino per il legame creato in questi anni fra loro e il nostro territorio. Molti giovani volontari sono infatti partiti dal Trentino, in questi anni, per affiancare la Comunità di Pace e per garantirle quel minimo di sicurezza dato dalla presenza internazionale. La Provincia di Trento ha finanziato per anni parte delle attività di Operazione Colomba anche grazie al gruppo locale chiamato Quilombo Trentino Incontrarli e raccontare la loro storia rappresenta l’opportunità di testimoniare anche qui, la resistenza nonviolenta di una Comunità che nonostante le continue minacce da parte dei gruppi neo-paramilitari, nonostante la stigmatizzazione e l’isolamento, ancora oggi ha il coraggio di parlare di speranza. I due leader sono in Italia per presentare la barretta di cioccolato ChocoPaz, realizzata interamente con il cacao biologico prodotto dalla Comunità stessa. La Comunità è una delle Comunità di pace presenti in Colombia; nasce nel 1997 nella regione dell'Urabà, dipartimento di Antioquia, come processo di resistenza nonviolenta alla guerra e di neutralità nei confronti dei vari attori armati che si contendono il territorio. I membri della Comunità si impegnano a non partecipare alla guerra, direttamente o indirettamente; a non portare armi; a non dare informazioni a nessun gruppo armato; a denunciare pubblicamente le violazioni dei diritti umani commesse da qualsiasi gruppo armato; a partecipare al lavoro comunitario; a non reagire alla violenza con la violenza; non accettare risarcimenti in denaro dallo Stato per le vittime senza che prima siano fatte verità e giustizia. In questo cammino la Comunità ha sviluppato dei progetti per favorire l'auto-sostentamento, la sussistenza e sicurezza alimentare, il rispetto per l'ambiente e il commercio equo e solidale. Ha un consiglio direttivo formato da otto membri eletto ogni 2 anni. La resistenza civile nonviolenta ha reso la Comunità conosciuta non solo in Colombia, ma in tutto il mondo, soprattutto perché ha messo al centro della sua vita quotidiana la popolazione civile non combattente. Per informazioni e contatti Fabrizio Bettini: 3289129484.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.