MA VOI SIETE VERAMENTE SUL PEZZO?

stai sul pezzo sito“Stare sul pezzo” è un'espressione che deriva dal gergo in fabbrica. Il pezzo è quello lavorato dall’addetto alle macchine o rifinito dall’aggiustatore: bisogna operare con la massima concentrazione e precisione onde evitare di rifare del tutto il pezzo… Ma per la campagna di comunicazione sociale che abbiamo coordinato e lanciato, in collaborazione con il Comune di Trento e l'Azienda sanitaria del Trentino, il pezzo è anche quello di fumo o di coca… per portare all'attenzione degli adulti il problema del consumo di sostanze che creano dipendenze fra i giovani e i giovanissimi. QUI TROVATE L'INTERA CAMPAGNA! Si tratta della prima campagna di comunicazione sociale, integrata, sul tema delle droghe. Vi siete mai chiesti perché fino ad ora non se ne siano fatte? Da una parte è difficile trattare un tema così sensibile, che porta con sé sofferenze e drammi personali e familiari, dall'altra per il mondo delle istituzioni il fenomeno non è facile da raccontare e affrontare. STAI SUL PEZZO, promossa all'interno dell'alleanza per la promozione di stili di vita sani #daimuoviamoci, ha come pubblico di riferimento soprattutto il mondo degli adulti in particolare quelli a stretto contatto con le nuove generazioni: dagli insegnanti ai genitori, dagli allenatori e volontari delle società sportive, agli operatori sociali e culturali. Il progetto vede il Comune di Trento, il Centro Servizi Volontariato Trentino e l'Azienda sanitaria del Trentino per la prima volta insieme , unendo le forze per comunicare e sensibilizzare.  Secondo quanto dichiarato dall'Azienda Sanitaria, abbiamo un dato su cui riflettere: in Trentino un quarto degli adolescenti viene a contatto con sostanze in grado di creare dipendenza e due terzi dei giovani consumano abitualmente bevande alcoliche.

Dov’è buio brillano le stelle 2020 e E!state Liberi!

campo2 1Come si può raccontare un tema complesso come le migrazioni forzate? Quali motivi spingono una persona ad intraprendere un viaggio così pericoloso? Cosa fanno le ONG nel Mar Mediterraneo centrale? In che modo le mafie sfruttano i migranti e il sistema dell’accoglienza?  Dal 6 agosto al 23 agosto proveremo a rispondere a queste domande attraverso 4 tappe online che affronteranno il viaggio dei rifugiati. Una versione speciale del campo estivo “Dov’è buio brillano le stelle 2020”, una proposta per una ventina di giovani provenienti da tutta Italia, che già da due anni si tiene a Villa Sant'Ignazio grazie a Libera Contro le Mafie e al Centro Astalli Trento. Ma da quest'anno ci sono due grandi novità: la prima è il CSV entra nel partenariato dell'organizzazione, la seconda grande novità è che l'iniziativa sarà in convenzione con E!state Liberi!, il grande progetto nazionale che ogni estate consente a migliaia di giovani di fare un'esperienza di impegno e di formazione sui terreni e i beni confiscati alle mafie, ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni. Inoltre, negli ultimi anni sono state consolidate le esperienze dei campi tematici, in cui i momenti di formazione e le azioni concrete sono dedicate ad ambiti di intervento specifici. Per la prima volta questo accadrà anche in Trentino mettendo a tema la migrazione e l'accoglienza, la memoria e la giustizia.  Le esperienze di E!state Liberi sono segno di una volontà diffusa di essere "protagonisti" da parte dei giovani e infatti a costruire l'iniziativa ci sono un gruppo di 6 ragazze e ragazzi volontari in Servizio Civile Scup e 3 studenti attivi nel Presidio Universitario di Trento "Celestino Fava" Libera Contro le Mafie.  Le iscrizioni restano aperte fino al 25 luglio. La proposta è rivolta a tutti i giovani che desiderano tradurre la propria curiosità in azioni concrete di responsabilità e di condivisione. Per chi resta curioso sarà comunque possibile partecipare alle dirette online da semplice spettatore ascoltando il parere di esperti, operatori e operatrici e testimoni invitati dai giovani organizzatori. Basterà tenere d'occhio uno dei profili social delle realtà aderenti tenendosi liberi alle ore 18.00 del 6 e del 20 agosto e alle 21.00 del 9 e del 23 agosto. Informazioni: 0461.1723408, 0461.1725761

Educazione alla sostenibilità

Agenda2030 logo spazio mediumNell'ambito delle attività di diffusione e implementazione della Strategia provinciale per lo Sviluppo sostenibile-SproSS, la Provincia autonoma di Trento sta promuovendo la raccolta di tutte le offerte formative rivolte a Insegnanti, Dirigenti scolastici e Studenti sui temi dell'Agenda 2030 per il prossimo anno scolastico 2020-21. L'educazione è indicata nella stessa Strategia nazionale per lo Sviluppo Sostenibile come "vettore di sostenibilità": un'azione trasversale fondamentale per favorire l’integrazione della sostenibilità nelle politiche e nei comportamenti dei singoli, in coerenza con il processo trasformativo innescato dall’Agenda 2030. In Trentino vi è un ulteriore motivo per puntare sull'educazione alla sostenibilità: il patrimonio di iniziative già in essere da diverso tempo e le competenze maturate da diverse organizzazioni e istituzioni, che messe in rete possono essere maggiormente valorizzate ed avere un maggior impatto. Al fine di promuovere un'offerta formativa comune sui temi dell'Agenda2030 da mettere a disposizione delle Scuole del Trentino è stata attivata sul sito Agenda2030.provincia.tn.it una sezione dedicata all'Educazione alla sostenibilità, utile strumento per Scuole e Docenti, che permette di avere a disposizione una raccolta numerosa di attività formative e kit didattici da poter consultare attraverso un pratico e veloce sistema di ricerca. Chiediamo la vostra collaborazione per comporre questa offerta comune, che verrà poi segnalata a tutte le scuole attraverso il Servizio istruzione, compilando un semplice form. Una piccola NOTA: vi chiediamo gentilmente di inserire nella parte descrittiva dell'attività anche il finanziatore della stessa, questo ci permette di avere un dato utile per mappare l'impegno dei donatori pubblici e privati, provinciali, nazionali ed europei su questo settore d'intervento. Per poter mettere a disposizione questa offerta per il prossimo anno scolastico vi chiediamo di poter concludere l'inserimento delle vostre iniziative entro il 31 Agosto. Informazioni: 0461 491578, agenda2030@provincia.tn.it

EDUCARE NONSTOP

educarenonstop1Nonostante l’emergenza sanitaria, le attività dei volontari non si fermano! Sei un giovane tra i 16 e i 30 anni e hai voglia di supportare le attività delle tante organizzazioni che sul territorio si occupano di bambini e ragazzi? Non perderti questa occasione formativa: EDUCARE NONSTOP - UN PERCORSO DI FORMAZIONE E RIFLESSIONE PER ASPIRANTI VOLONTARI NEL MONDO DELL’EDUCAZIONE. Le attività delle organizzazioni della provincia di Trento che forniscono servizi extrascolastici continueranno anche sull’autunno. Appare chiara la necessità di sostenere gli alunni, che vivono situazioni di fragilità, nel colmare i vuoti provocati dalla sospensione delle attività scolastiche. Per questo, abbiamo pensato ad un corso di formazione per aspiranti volontari che ti permetterà di acquisire competenze utili per facilitare le attività ludico-ricreative e formative rivolte ai bambini e alle bambine in contesti educativi formali e non formali. La formazione sarà svolta in modalità online e alternerà video lezioni, webinar e attività per esercitare le competenze acquisite. A termine del corso riceverai un attestato di partecipazione.  Il percorso di formazione è proposto da tre soggetti attivi nella provincia di Trento che lavorano nell’ambito della promozione della cittadinanza attiva: Centro Servizi Volontariato Trentino, il Centro per la Cooperazione Internazionale, il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, in collaborazione con l'Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento.  La proposta formativa gratuita è realizzata online attraverso lo svolgimento di 3 moduli nell’arco di tempo dal 27 agosto al 10 settembre 2020. Il percorso prevede due moduli strutturati in video-lezioni per approfondire i contenuti teorici, materiali di approfondimento per l'auto-formazione, lo svolgimento di una “attività” per sperimentare quanto appreso e un webinar interattivo dove i partecipanti potranno confrontarsi su problematiche e strategie e valutare gli apprendimenti. Il percorso include inoltre un modulo trasversale, che la/il partecipante svolgerà autonomamente, relativo ad alcuni elementi di base per poter acquisire capacità di lavorare a distanza e sostenere l'apprendimento dell'italiano. L'iniziativa è rivolta prioritariamente a giovani, volontari/e ed aspiranti volontari/e, tra i 16-30 anni. In accordo con la propria scuola, le ore di formazione possono essere riconosciute come Alternanza Scuola Lavoro. Per iscriverti al corso di formazione, compila il seguente modulo d’iscrizione entro il 25 agosto 2020: riceverai tutte le informazioni per accedere alla formazione insieme alla conferma dell’iscrizione. Informazioniformazione@volontariatotrentino.it, 0461916604, martina.camatta@cci.tn.it, 0461093000.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.