Il Mondo in tenda. Le emergenze umanitarie viste con gli occhi dei volontari

Persone da aiutare e persone che aiutano fullwidthLa Fondazione Museo storico del Trentino, il Comitato provinciale di Trento della Croce Rossa Italiana e il Museo della Croce Rossa Italiana di Campomorone (Ge), con il contributo della Fondazione Caritro, propongono "Il Mondo in tenda. Le emergenze umanitarie viste con gli occhi dei volontari" dal 7 al 15 aprile 2018 a Trento in Piazza Cesare Battisti. Nove giorni di incontri, dibattiti, esposizioni fotografiche, reading e testimonianze video, dedicati alle persone da aiutare e a coloro che aiutano, agli assistiti e ai volontari. Sabato 7 aprile alle 17.00 si terrà l'evento di apertura della manifestazione con l'incontro pubblico sul tema “La cooperazione internazionale allo sviluppo”. Partecipano: Sara Ferrari, assessore all'Università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia autonoma di Trento; Fabrizio Damiani, Senior Programme Officer Europe & Central Asia, MENA and Asia-Pacific; Alessandro Brunialti, presidente del Comitato provinciale di Trento della Croce Rossa Italiana; Giorgio Postal, presidente della Fondazione Museo storico del Trentino. Informazioni: 0461 230482, info@museostorico.it.

Feste Vigiliane

La Fondazione alle Feste vigiliane newslitemGiorni di festa destinati, ancora una volta, a riversare un fiume di persone lungo le vie cittadine e a offrire a residenti e turisti un fitto calendario di spettacoli, disfide in costume, eventi espositivi, golose proposte per il palato e molto altro ancora...Ecco le Feste Vigiliane che andranno in scena a Trento dal 22 al 26 giugno.Il tema che legherà gli appuntamenti dell’edizione 2018 sarà “Oltre le mura” che riprende e rilancia la sfida giocata da Trento in occasione della candidatura a capitale italiana della cultura. Le mura sono quelle storiche della città, ma anche le barriere fisiche e culturali che definiscono il nostro agire nel mondo. Mura costruite a tutela dell'identità, mura abbattute in nome del raggiungimento di nuovi orizzonti, mura che delimitano spazi e possibilità. Informazioni e programma: 0461329143, info@festevigiliane.it.

Hoa

HoaHoa è un documentario breve che racconta la storia di una guaritrice vietnamita custode dei segreti delle erbe medicinali, un sapere che si tramanda di madre in figlia. Prodotto da GTV – Gruppo Trentino di Volontariato e Altrove Films, per la regia di Marco Zuin, è il ritratto di una famiglia guidata da una ritualità antica dedicata alle piante medicinali che, raccolte nella foresta, garantiscono la salute del villaggio. Il GTV, che si occupa di mettere in relazione la comunità trentina con le comunità del Sud Est Asiatico, dopo un progetto di cooperazione ed una mostra sulla Medicina Tradizionale Vietnamita esposta qui in Trentino, ha deciso di raccontare in un film la storia di Hoa che vive nel Nord del Vietnam, nel piccolo villaggio di Tuan Dao dedito alla coltivazione del riso e vicino ad un’importante foresta rinomata tutt’ora per la sua biodiversità. Tra le ultime guaritrici della sua etnia, cerca di preservare le conoscenze della foresta e, parallelamente, di tutelare le piante stesse dalla minaccia di estinzione. Per aumentare la sensibilità e l’informazione su questi temi, per rallentare i fenomeni in atto e contribuire a “proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terra” (Obiettivo 15 dello Sviluppo Sostenibile 2030), GTV ha scelto raccontare questa storia attraverso un documentario breve «per poter essere più incisivi nell’affrontare pragmaticamente un tema caro ed urgente, la tutela della biodiversità». Il GTV invita alla campagna di crowdfunding, la raccolta di fondi online che attraverso la piattaforma produzionidalbasso.com che permetterà di completare le ultime fasi di realizzazione dell’opera. Un primo contributo da parte della Provincia Autonoma di Trento e di GTV ha coperto i costi di sviluppo e riprese in Vietnam; ora ognuno potrà contribuire alle ultime fasi di lavorazione, montaggio e post-produzione con una donazione per portare sul grande schermo di Hoa, storia di una guaritrice. Il film sarà anche distribuito nelle scuole, parte integrante di un percorso didattico costruito sulla tutela della biodiversità, con la presentazione di libri dedicati alla tradizione vietnamita legata alla medicina tradizionale. Informazioni e raccolta fondi fino al 4 settembre: 0461.917395, 320.7636159, francesca.anzi@gtvonline.org.

Minerali Clandestini

MineraliclandestiniDal 2 al 5 agosto la mostra "Minerali Clandestini" fa tappa all'interno di Castelfolk Festival a Castellano di Villa Lagarina. Dopo aver girato tutta Italia con già venti noleggi in un anno e mezzo, la mostra 'Minerali Clandestini' arriva a sostegno della campagna internazionale per la tracciabilità dei minerali (oro, tungesteno, coltan, stagno), che sono spesso esportati clandestinamente in cambio di armi in particolare nella Repubblica Democratica del Congo. L'inaugurazione della mostra è prevista giovedì 2 agosto alle ore 18. Interviene Jean Damascene Bwiza, referente della mostra “Minerali Clandestini” Nelle miniere della Repubblica Democratica del Congo si estraggono i minerali usati nella tecnologia che tutti noi usiamo ogni giorno. L’estrazione è resa possibile dallo sfruttamento della manodopera in condizioni di totale assenza di sicurezza, il controllo da parte delle milizie illegali, la guerra per il possesso dei giacimenti, i massacri. E poi il commercio, il trasporto e l’esportazione verso il resto del mondo dove i minerali vengono trasformati. La mostra fotografica mette in luce le responsabilità dei governi e della società affinché lo sviluppo della tecnologia non sia più dipendente unicamente dalle logiche del profitto e dallo sfruttamento. In particolare nella Repubblica Democratica del Congo queste risorse servono a multinazionali, a paesi stranieri e a gruppi economici/finanziari. Per cui tutti ci guadagnano nella confusione. Si parlerà anche dell'attualità drammatica e delle novità introdotte dal governo della RD del Congo. La mostra chiude domenica 5 agosto alle ore 18.30 con l'intervento di John Mpaliza - Peace Walking Man, attivista e camminatore per la pace che ha condotto numerose marce in Italia e in Europa, l'ultima tappa a Ginevra per consegnare una petizione al Segretario Generale delle Nazioni Unite. Promuove il Comitato delle ass. per la Pace e i Diritti Umani di Rovereto con il C.A.V.A. - Coordinamento delle associazioni della Vallagarina per l'Africa. Informazioni: africa.cava@gmail.com.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.