Minerali Clandestini

MineraliclandestiniDal 2 al 5 agosto la mostra "Minerali Clandestini" fa tappa all'interno di Castelfolk Festival a Castellano di Villa Lagarina. Dopo aver girato tutta Italia con già venti noleggi in un anno e mezzo, la mostra 'Minerali Clandestini' arriva a sostegno della campagna internazionale per la tracciabilità dei minerali (oro, tungesteno, coltan, stagno), che sono spesso esportati clandestinamente in cambio di armi in particolare nella Repubblica Democratica del Congo. L'inaugurazione della mostra è prevista giovedì 2 agosto alle ore 18. Interviene Jean Damascene Bwiza, referente della mostra “Minerali Clandestini” Nelle miniere della Repubblica Democratica del Congo si estraggono i minerali usati nella tecnologia che tutti noi usiamo ogni giorno. L’estrazione è resa possibile dallo sfruttamento della manodopera in condizioni di totale assenza di sicurezza, il controllo da parte delle milizie illegali, la guerra per il possesso dei giacimenti, i massacri. E poi il commercio, il trasporto e l’esportazione verso il resto del mondo dove i minerali vengono trasformati. La mostra fotografica mette in luce le responsabilità dei governi e della società affinché lo sviluppo della tecnologia non sia più dipendente unicamente dalle logiche del profitto e dallo sfruttamento. In particolare nella Repubblica Democratica del Congo queste risorse servono a multinazionali, a paesi stranieri e a gruppi economici/finanziari. Per cui tutti ci guadagnano nella confusione. Si parlerà anche dell'attualità drammatica e delle novità introdotte dal governo della RD del Congo. La mostra chiude domenica 5 agosto alle ore 18.30 con l'intervento di John Mpaliza - Peace Walking Man, attivista e camminatore per la pace che ha condotto numerose marce in Italia e in Europa, l'ultima tappa a Ginevra per consegnare una petizione al Segretario Generale delle Nazioni Unite. Promuove il Comitato delle ass. per la Pace e i Diritti Umani di Rovereto con il C.A.V.A. - Coordinamento delle associazioni della Vallagarina per l'Africa. Informazioni: africa.cava@gmail.com.

It.a.cà

ItacaIt.a.cà migranti e viaggiatori Festival del Turismo Responsabile va in scena dal 24 settembre al 30 settembre 2018 in Trentino. Per il quarto anno consecutivo il Festival IT.A.CA’ approda in montagna. Nato in Emilia Romagna 8 anni fa e nel 2015 arrivato in Trentino, IT.A.CÀ è il primo e unico festival in Italia che si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica. Il festival invita a scoprire luoghi e culture attraverso contest, presentazioni libri, convegni, incontri, laboratori, cene, teatro, musica, documentari, mostre e itinerari a piedi per vivere l’emozione del viaggio in maniera responsabile. Il programma 2018 è ricco di esperienze e di appuntamenti culturali, sparsi su tutto il territorio provinciale. Informazioni e programmainfo@economiasolidaletrentina.it.

Di Guerra e di Pace

Incontro Nazionale 2018 1024x588Venerdì 7 e sabato 8 settembre si svolgerà, per la prima volta nella città di Trento, l’Incontro Nazionale di EMERGENCY "Di Guerra e di Pace", giunto quest’anno alla 17ima edizione. Due giorni di informazione e partecipazione, insieme allo staff, agli operatori umanitari e ai volontari di EMERGENCY, per conoscere il lavoro dell’organizzazione e condividerne l’impegno per i diritti umani e contro la guerra. Numerosi eventi gratuiti animeranno, infatti, tutto il centro cittadino: un ciclo di conferenze, spettacoli teatrali, incontri pubblici, proiezioni, un percorso interattivo, una mostra e un concerto. A fare da cornice saranno alcuni dei luoghi più storici e rappresentativi di Trento. Si parlerà di immigrazione, per sfatare i miti e i pregiudizi ormai legati al tema e riconsiderare la diversità come un elemento di partenza per rigenerare la nostra società.  Si parlerà di guerra, perché nelle guerre contemporanee il 90% delle vittime sono civili. Donne, bambini, uomini con la sola colpa di essersi trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Venerdì 7 settembre alle 21. All’Auditorium Santa Chiara (via Santa Croce 67) si terrà l’Incontro pubblico che aprirà l’Incontro Nazionale 2018: “Uno straccio di umanità” con Gino Strada, chirurgo e fondatore di EMERGENCY, Rossella Miccio, Presidente di EMERGENCY e Mimmo Lucano, Sindaco di Riace. A seguire “Canzoni contro l’odio”, con Neri Marcorè. Voci e chitarre Giua, Pietro Guarracino, Vieri Sturlini. Sabato 8 settembre dalle 10 alle 19:30. Il Teatro Sociale (Via Oss Mazzurana, 19) e la Sala Filarmonica (via Verdi, 30) ospiteranno un ciclo di conferenze. Come uscire dalla gabbia di stereotipi legati alle migrazioni? Come (non) si racconta una guerra? Gli schiavi invisibli…sono ancora invisibili? Attraverso le testimonianze di giornalisti, esperti e attivisti, racconteremo storie di resistenza ed esperienze di lotta quotidiana per approfondire i temi legati alle migrazioni e alla guerra. Con Luciano Canfora, Gino Strada, Enrico Mentana, Giulio Cavalli, Malalai Joya e tanti altri. Sabato 8 settembre dalle 10 alle 17. La Sala Caritro (Via Calepina, 1) ospiterà “Programma Italia”: la proiezione continuativa di 5 mini doc in anteprima, prodotti da EMERGENCY per ZeligTV, per raccontare un’Italia diversa, percorrendo alcuni dei progetti che l’organizzazione porta avanti nel nostro Paese. Sabato 8 settembre dalle 21. “MUSICA PER EMERGENCY”: un grande concerto in Piazza Fiera, condotto da Carolina Di Domenico, con Fiorella Mannoia, Nek, Ermal Meta, Fabrizio Moro e Stefano Cenci Social Band feat. Frances Alina Ascione. Durante i due giorni sarà visitabile anche “PEACE THERAPY”: un percorso multimediale che permetterà all’utente di visitare uno degli ospedali nei quali EMERGENCY offre assistenza alle vittime della guerra. A partire da giovedì 6 settembre, per tutta la durata dell’Incontro Nazionale, sarà allestito in Piazza Duomo l’Infopoint di EMERGENCY, all’interno del quale sarà possibile dialogare con i nostri volontari e scoprire le attività e i progetti di EMERGENCY nel mondo. Dal 1 al 15 settembre, dalle 9 alle 18 (Lunedì chiuso) verrà allestita, presso le Gallerie di Piedicastello (Piazza di Piedicastello) la mostra “L’Afghanistan, la guerra”: un’installazione interattiva, a cura di The BUSS con le foto di Mathieu Willcocks. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti fino a esaurimento posti. Informazioni e programma: 339 7713051, trento@volontari.emergency.it.

Servizio Civile Nazionale

SerciziocivileSei un ragazzo tra i 18 e i 28 anni e vuoi dedicare alcuni mesi alla tua formazione, investire nella tua crescita personale e professionale e contribuire al servizio per la comunità? Scegli il Scegli il Servizio Civile Nazionale (SNC)! È stato pubblicato il nuovo bando per il servizio civile nazionale 2018 sul sito del Dipartimento della gioventù e del servizio civile. Nella nostra provincia sono disponibili 104 posti in 18 progetti, la cui lista è qui. Se ti interessa il servizio civile all’estero devi cercare qui. Il servizio civile nazionale offre: 12 mesi di servizio per i progetti ordinari; un impegno di 1400 ore annue; almeno 80 ore di formazione; crediti formativi; attestato di partecipazione al Servizio civile; riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite; valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza; riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile); assegno mensile di € 433,80. Consulta il sito www.scelgoilserviziocivile.gov.it per capire cos’è il SCN e come funziona il bando, hai tempo fino al 28 settembre 2018 alle ore 18:00 per presentare la domanda di partecipazione al progetto. Ulteriori informazioni:  l’Ufficio Servizio civile della Provincia autonoma di Trento (che funge da terminale nazionale) per informazioni di natura generale e per avere supporto nella scelta dei progetti: via Grazioli 1, Trento; 0461 493 413; 0461 493 100; uff.serviziocivile@provincia.tn.it; l’ente che propone il progetto per porre quesiti più specifici e richieste di informazioni sul progetto, nonché eventuali info su ulteriori specifici requisiti connessi all'attuazione dello specifico progetto.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.