Alla scoperta della grotta del Calgeron in Valsugana

Ambiente Trentino invita "Alla scoperta della grotta del Calgeron in Valsugana" Gocce d’acqua, calcare e roccia costruiscono un mondo sotterraneo di grotte e caverne pieno di vita e di forme meravigliose. Insieme alla guida speleologica Renzo Gaiti entreremo nella splendida grotta del Calgeron, in Valsugana, domenica 11 novembreInformazioni e prenotazioni: 3480176732, info@ambientetrentino.it.

Weekend in Istria

Viaggiare i Balcani invita a "Weekend in Istria": ISTRIA IN E-BIKE PEDALARE LUNGO LE STRADE DEL TARTUFO E DEL MOSCATO dal 12 al 13 OTTOBRE 2019. Un tour inedito, a cavallo di una comoda E-bike per scoprire gli infiniti paesaggi ed i migliori sapori dell’Istria. Un itinerario slow tra Italia, Slovenia e Croazia, attraversando confini tra mare e colline; abbandonando le rotte turistiche convenzionali per riscoprire, attraverso strade minori, intimi borghi sospesi tra abbandono e recupero; e scoprendo particolarità enogastronomiche, sapori e tradizioni antiche e ricche di contaminazioni. . Informazioni e programma di viaggiodaniele.bilotta@viaggiareibalcani.net, 3276888059.

Laos: il Mekong da nord a sud

RAM Viaggi, da anni impegnata nello sviluppo del turismo responsabile, organizza dal 19 ottobre al 3 novembre 2019 il viaggio "Laos: il Mekong da nord a sud". Vero road journey, itinerante, questo viaggio porta da Bangkok a Chiang Rai, da dove si entra in Laos a Huay Xai. Da qui, in due giorni di barca lenta sul Mekong si raggiunge l'affascinante Luang Prabang, luogo UNESCO denso di atmosfera, dove il centro storico, cuore quasi magico della città, è protetto dall'ansa del fiume; le grandi pagode, il mercato notturno, corso di cucina laotiana, e una escursione alle grotte rupestri di Pak Ou, piene di statue del Buddha. Poi da Luang Prabang a Phongsavan, sull'altopiano, per la visita alla Piana delle Giare e a un progetto di artigiane della seta (commercio equo e aggancio con migliorie sociali - il "fair trade" laotiano), oltre ad una riflessione sui bombardamenti che il Laos dovette subire durante gli anni della guerra del Vietnam. Quindi si ritrova il Mekong e ci si dirige a Pakse, nel sud, e poi fino all'isola di Don Khon a Si Phan Don (il luogo detto "delle quattromila isole"). Infine il sito archeologico khmer di Wat Phu, e l'incontro con un docente universitario di economia, per capire dove stia andando il Laos. Rientro in Italia via Bangkok. Informazioni, programma di viaggio e iscrizioni: 3381606910, 3487027710, 0185799087, orzonero@hotmail.com.

OMAN. Oasi di montagna, fortezze, deserti e mare

RAM Viaggi, da anni impegnata nello sviluppo del turismo responsabile, organizza 2 novembre al 16 novembre 2019 il viaggio "OMAN. Oasi di montagna, fortezze, deserti e mare". L'Oman rappresenta l'autentico mondo arabo, finora intaccato solo parzialmente dalla eccessiva opulenza che il petrolio ha indotto nei vicini Emirati. Il programma tocca numerose delle "attrazioni" classiche ma diluite secondo uno dei nostri criteri-chiave, quello di prendersi tempo a sufficienza per esplorare senza correre troppo. Visita della piacevole capitale Muscat col mercato del pesce, la Corniche, il Forte e il souk di Muttrah, introduzione al paese, ed Athaiba beach. Poi con un mezzo a nolo verso est sulla costa fino a Wadi Shab, canyon di grande bellezza, trekking facile e bagni tra le rocce. Soggiorno quindi a Ras Al Hadd, punta estrema orientale della penisola arabica, bagni in un mare pulito e sicuro. Si visita la città di Sur, emblema della storia marinara del paese, e quindi visita guidata nell'Area Protetta di Ras el Jinz dove le tartarughe marine vengono a deporre le uova, dal mare alla sabbia, per poi tornare in mare. Si prosegue quindi per Wadi Bani Khalid, altra oasi gradevolissima. Poi il deserto del Wahiba, fino alla zona di Qihayd dove le dune del deserto raggiungono il mare, due pernottamenti in campo tendato. Quindi si torna verso ovest a Nizwa, capitale del regno omanita durante il VI-VII secolo, e da qui a Jabal Shams, il Grand Canyon d'Arabia a 2500 metri: facciamo una passeggiata spettacolare nel canyon stesso. Poi ancora Jibreen con il suo castello del XVII secolo e Bahla, col suo forte grandioso, patrimonio dell'Unesco e due 2 notti a Misfat, in una interessantissima guest house di villaggio, la cui presenza contrasta la tendenza all'abbandono dello stesso. Nel paese vecchio, situato in un'oasi, si va solo a piedi: visita guidata ed approfondimento del sistema irriguo ottenuto con canali detti aflaj, che distribuiscono l'acqua delle sorgenti di montagna alle piantagioni e all'abitato. Visitiamo anche il paese di Al Hamra, parzialmente abbandonato. Quindi ritorno a Muscat, da dove ci aspetta un'escursione in mare a vedere i delfini, poi ad osservare dall'esterno i forti portoghesi di Jalali e Mirani, e a fare snorkeling. Infine ultimo giorno libero nella capitale per acquisti e altre attrazioni locali, tipo l'immensa moschea nuova. Il visto si fa all'arrivo all'aeroporto di Muscat. Informazioni, programma di viaggio e iscrizioni: 3381606910, 3487027710, 0185799087, orzonero@hotmail.com.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.