Lunedì 5 novembre 2018

Lunedì ore 14.00 -18.00, e martedì  9.00 - 14.00, Trento,  Via Verdi 53, Palazzo di Giurisprudenza, Aula B

Un'istituzione nazionale per i diritti umani in Italia

Nonostante le numerose raccomandazioni provenienti da vari organi delle Nazioni Unite e un dibattito parlamentare quasi ventennale sul tema, il nostro Paese risulta ancora privo di un’istituzione nazionale per i diritti umani conforme ai relativi standard internazionali. Il Convegno ha lo scopo di sensibilizzare i soggetti più direttamente coinvolti e l’opinione pubblica circa l’urgente necessità di creare un’istituzione nazionale per i diritti umani in Italia. Il Convegno mira altresì a riflettere sulle soluzioni più valide – e praticabili – perché una tale istituzione veda la luce, anche facendo il punto sui progressi compiuti nel dibattito nazionale e sulle migliori pratiche sviluppate in altri Paesi. L’evento è organizzato dall'Università di Trento, Facoltà di giurisprudenza in collaborazione con il Comitato Interministeriale per i Diritti Umani (CIDU). Lingue: italiano e inglese. Traduzione simultanea disponibile. Informazioni: 0461281818, segreteria.giurisprudenza@unitn.it.

Lunedì ore 20.30, Trento, Via degli Olmi 26, sede ANPI Trento

Nazitalia incontro con il giornalista Paolo Berizzi

ANPI DEL TRENTINO in collaborazione con l’Anpi dell’Alto Adige-Südtirol organizza un incontro di notevole interesse con il giornalista Paolo Berizzi, di Repubblica, autore del libro "Nazitalia", cronaca e perché di un Paese che convive col fascismo. L’autore racconta e documenta il viaggio nella galassia nera che vuole "farsi Stato" attraverso associazioni, raccolte fondi e mirate campagne di odio social. A tutto questo ci stiamo abituando. O quasi. C’è un sottile filo nero che unisce concerti rock, colonie estive e raccolte fondi (innocenti solo all'apparenza) con adunate, saluti romani e premeditate campagne di odio online. Quel filo nero sta diventando sempre più il cordone ombelicale per un’Italia che sembra aver premuto l’acceleratore verso il passato e l'estrema destra. Scrivendo in prima persona e con una documentazione da ricercatore, l’autore scandaglia l’attualità, la politica e la cronaca (non a caso) nera dei giorni nostri. Non lo fa per portare a galla sporadiche nostalgie del Ventennio. Non lo fa per raccontare dispute di provincia alla Peppone e Don Camillo. Berizzi scrive per denunciare come la galassia fascista fatta di sigle e associazioni sia ormai radicata. Un mondo quasi alla luce del sole, un mondo tollerato se non già riconosciuto dall'opinione pubblica diffusa nonostante esista ancora il reato di apologia del fascismo. Il libro di Berizzi ha suscitato contestazioni rabbiose e violente insieme a una diffusa solidarietà di fronte agli insulti e alle minacce. Informazioni: trentinoanpi@gmail.com.

Lunedì ore 20.30, Trento, vicolo San Marco 1, Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale

Caffè delle lingue: Istruzione di qualità

Ipsia del Trentino, organizzazione non governativa delle Acli Trentine, nell’ambito dei progetti dedicati all’educazione della cittadinanza globale finanziati dalla Provincia Autonoma di Trento, organizza un evento denominato “Caffè delle lingue” un percorso per dialogare sulla cooperazione internazionale trentina attraverso conversazioni in lingua inglese, francese e araba, con la guida di ragazze e ragazzi richiedenti asilo con un livello linguistico madrelingua, in un ambiente che ricorda un caffè e che ispira quindi una maggiore libertà rispetto ad una conferenza tradizionale. Ogni serata avrà un tema specifico, ripreso dagli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, che saranno il filo conduttore del programma.  Sarà un modo per conoscere la geografia dei Paesi di provenienza dei moderatori, i progetti di cooperazione internazionale, le associazioni che operano sul territorio. Per i partecipanti sarà inoltre un momento per migliorare la propria competenza linguistica attraverso le conversazioni i lingua straniera in un ambiente accogliente. Sarà possibile partecipare agli eventi singoli versando un contributo di 5 euro. Informazioni ed iscrizioni all’indirizzo ipsia.trento@gmail.com.

Lunedì ore 21.00, Trento, corso Buonarroti 16, Cinema Astra

Dov'è casa mia? Lo sguardo del cinema sui figli delle migrazioni

Una rassegna cinematografica ad ingresso gratuito dove si tenterà di raccontare le storie dei figli della migrazione.  Attraverso il filtro del cinema si indagheranno vite, sogni e timori di ragazzi divisi tra due culture. Un fenomeno sempre più globale che merita un momento di attenzione e analisi. Il rapporto padri/figli, il viaggio nella ricerca dell'identità e appartenenza e le problematiche legate alla convivenza di diverse culture sono ad oggi di pressante attualità. La manifestazione è stata voluta e organizzata da Cinformi Immigrazione per la Provincia autonoma di Trento - Pagina Ufficiale e realizzata nell'ambito del progetto MONDINSIEME, co-finanziato dall'Unione Europea. La rassegna è curata da Katia Malatesta, esperta di cinema ed espressioni della diversità culturale e religiosa. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. In questa occasione "Talien" di Elia Mouatamid, 84’. Partecipa il regista. Informazioni: 0461491888, comunicazione@cinformi.it.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.