Lunedì 12 novembre 2018

Lunedì ore 8.15-16.30, Trento, via Belenzani 20, Palazzo geremia, sala Falconetto

Ricostruiamo una comunità educante

Comune di Trento e Associazione A.M.A. all’interno del Progetto #Daimuoviamoci organizzano "Ricostruiamo una comunità educante". La prevenzione del disagio nei giovani: il modello islandese “Planet Youth”. Nel mondo giovanile si riscontrano varie forme di fragilità e solitudine, che si esprimono attraverso comportamenti quali utilizzo di alcol o sostanze, gioco d’azzardo, abuso di internet e relazioni virtuali, ritiro sociale (fenomeno Hikikomori), autolesionismo... Di fronte alla complessità e vastità del disagio, in Islanda a partire dagli anni ’90 un gruppo di sociologi del Centro islandese per la ricerca e l'analisi sociale (ICSRA), ha elaborato il modello di prevenzione “Planet Youth”. Si tratta di un approccio evidence-based, socialmente integrato e altamente partecipativo, che ha coinvolto e responsabilizzato un'ampia gamma di soggetti significativi della comunità e ha saputo creare e mantenere un dialogo tra ricerca, politica e pratica. Queste caratteristiche hanno determinato il successo di Planet Youth, in termini di una drastica riduzione dell’utilizzo di alcol e sostanze tra i giovani. Il modello islandese è stato esportato, con eccellenti risultati, in numerosi altri contesti. Partendo dall’esperienza islandese, il convegno intende aprire un confronto per attivare reti di adulti significativi nel nostro territorio e costruire politiche condivise; in particolare nella città di Trento sta prendendo forma un’alleanza tra Comune di Trento, Associazione A.M.A., Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, CSV Non Profit Network Trentino, UISP, CONI, Forum delle Associazioni Familiari del Trentino, aperta ad altri soggetti, per cercare nuove forme di risposta e di prevenzione per i giovani in modo coordinato e condiviso. Destinatari: Il Convegno si rivolge a: assistenti sociali, educatori professionali e operatori di comunità per minori, insegnanti, dirigenti scolastici, allenatori e dirigenti sportivi, operatori sanitari. Sono stati richiesti credi formativi per ASSISTENTI SOCIALI. Informazioni e iscrizioni entro l’8 novembre: 0461-239640, ama.formazione@gmail.com.

Lunedì ore 20.30, Trento, vicolo San Marco 1, Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale

Caffè delle lingue: Parità di genere

Ipsia del Trentino, organizzazione non governativa delle Acli Trentine, nell’ambito dei progetti dedicati all’educazione della cittadinanza globale finanziati dalla Provincia Autonoma di Trento, organizza un evento denominato “Caffè delle lingue” un percorso per dialogare sulla cooperazione internazionale trentina attraverso conversazioni in lingua inglese, francese e araba, con la guida di ragazze e ragazzi richiedenti asilo con un livello linguistico madrelingua, in un ambiente che ricorda un caffè e che ispira quindi una maggiore libertà rispetto ad una conferenza tradizionale. Ogni serata avrà un tema specifico, ripreso dagli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, che saranno il filo conduttore del programma.  Sarà un modo per conoscere la geografia dei Paesi di provenienza dei moderatori, i progetti di cooperazione internazionale, le associazioni che operano sul territorio. Per i partecipanti sarà inoltre un momento per migliorare la propria competenza linguistica attraverso le conversazioni i lingua straniera in un ambiente accogliente. Sarà possibile partecipare agli eventi singoli versando un contributo di 5 euro. Informazioni ed iscrizioni all’indirizzo ipsia.trento@gmail.com.

Lunedì ore 21.00, Trento, corso Buonarroti 16, Cinema Astra

Dov'è casa mia? Lo sguardo del cinema sui figli delle migrazioni

Una rassegna cinematografica ad ingresso gratuito dove si tenterà di raccontare le storie dei figli della migrazione.  Attraverso il filtro del cinema si indagheranno vite, sogni e timori di ragazzi divisi tra due culture. Un fenomeno sempre più globale che merita un momento di attenzione e analisi. Il rapporto padri/figli, il viaggio nella ricerca dell'identità e appartenenza e le problematiche legate alla convivenza di diverse culture sono ad oggi di pressante attualità. La manifestazione è stata voluta e organizzata da Cinformi Immigrazione per la Provincia autonoma di Trento - Pagina Ufficiale e realizzata nell'ambito del progetto MONDINSIEME, co-finanziato dall'Unione Europea. La rassegna è curata da Katia Malatesta, esperta di cinema ed espressioni della diversità culturale e religiosa. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. In questa occasione "Per un figlio" di Suranga Deshapriya Katugampala, 74’. Partecipano Elisa Rapetti e Aliona Botnari (progetto “Storie da Cinema” del Centro per la Cooperazione Internazionale) e le associazioni РАЗОМ християнсько-культурна асоціація українців в Трентіно Rasom con Lesya Vozna e italo-moldava Arcobaleno con Veronica Ciubotaru e della comunità ortodossa-rumena con Delia Rodica Caian. Informazioni: 0461491888, comunicazione@cinformi.it.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.