Mercoledì 25 settembre 2019

Mercoledì ore 15.00-17.00, Trento, vicolo S.Marco 1, Centro per la Cooperazione Internazionale

Partecipa, c'è posto anche per te!

Dopo la pausa estiva, ripartono le attività dell'Agenzia di Stampa Giovanile, un'iniziativa internazionale di giornalismo partecipativo per tutti coloro che hanno voglia di far sentire la propria voce! L'Agenzia di Stampa Giovanile è un programma internazionale di giornalismo partecipativo e attivismo giovanile che coinvolge a Trento circa 20 studenti delle scuole superiori di secondo grado e universitari. Ha come scopo centrale quello di promuovere la cittadinanza attiva dei giovani attraverso processi, azioni e prodotti di comunicazione collaborativa e sensibilizzazione sociale. L’Agenzia è stata creata nel 2005 in Brasile durante il World Social Forum di Porto Alegre come spazio di condivisione e di divulgazione libera e indipendente di prodotti multimediali su tematiche legate ai diritti umani e sostenibilità socio-ambientale da un punto di vista giovanile. In Italia, l’Agenzia di Stampa Giovanile è coordinata dal 2017 dall’Associazione Viração&Jangada. Si compone di un sito internet  in italiano, una pagina Facebook, un account Instagram. Il sito internet ha omologhi in inglese, spagnolo e portoghese coordinati dai partner internazionali Viração Educomunicação, Fundación TierraVida e ClimaLab. I contenuti realizzati e pubblicati in italiano sono tradotti nelle tre lingue straniere e pubblicati sui siti di riferimento. Informazioni: info@stampagiovanile.it.

Mercoledì ore 15.30, Cavalese, Via Marconi, 10, Biblioteca Comunale Cavalese

Festa dei nonni

In occasione della festa dei nonni, mercoledì 25 settembre, nella Biblioteca comunale di Cavalese, laboratorio per la creazione di un biglietto di auguri per i nonni ; a cura di Bruna Albertini. L'iniziativa è proposta dal Museo di arte contemporanea di Cavalese. La partecipazione è gratuita, previa iscrizione alla biblioteca: 0462.237544, cavalese@biblio.infotn.it.

Mercoledì  ore 18.00, Trento, via Lunelli 4, Cinformi

Comunità in azione

Chiusura progetto Comunità in azione, Sviluppo Beni comuni e cittadinanza attiva. Presentazione libro illustrativo. Restituzione alla cittadinanza Trentina beni comuni rigenerati. Territori beneficiari: Comune di Arco, Comune di Calceranica al Lago, Comune di Caldonazzo. Saluti istituzionali e interventi. Intermezzi sonori Francesco Mosna. Seguirà Aperitivo - Entrata libera. Informazioni: 342 5144241, redazione.temporaonlus@gmail.com.

Mercoledì ore 20.30, Pergine Valsugana, Piazza Serra, Sala Rossi della Cassa Rurale

"I conflitti d’oggi: nuove e vecchie tecnologie, nuove e vecchie politiche”

Il mondo sta nuovamente attraversando un periodo di instabilità. Rispetto al passato emergono nuovi scenari tecnologici e nuove forme di conflitto, legate in particolare alle possibilità di Internet, ma stiamo anche assistendo al ritorno del rischio nucleare. Le logiche che muovono gli attori e colpiscono le vittime sembrano essere quelle di sempre, con un inquietante ritorno ad un passato che si sperava superato nei linguaggi e negli obiettivi. In più, si presentano le complicazioni del passaggio da un mondo bipolare (militarmente ed ideologicamente) ad uno di lotta di tutti contro tutti, sullo sfondo di un tracollo ecologico che porterà ad aumentare ulteriormente la tensione. Per questo Cortili di Pace ha organizzato 3 serate per discutere della guerra al giorno d’oggi. In questa occasione parleremo di "Cyberwarfare: la guerra a portata di tutti” con il Prof. Crispo, docente di Sicurezza Informatica all’Universita’ di Trento.Nel 1995 gli Stati Uniti formalmente aggiungono alle quattro dimensioni tradizionali, cielo, terra, mare e spazio, la dimensione dell'informazione. Da allora non solo gli Stati Uniti ma moltissime altre nazioni sviluppano capacità, tecnologie e conoscenze per portare avanti quella che viene definita oggi come Cyberwarfare. Una guerra, cioè, combattuta prettamente sul piano tecnologico e che prende di mira non solo Internet ma tutte le moderne tecnologie che sono alla base del normale funzionamento di una nazione e al vivere civile dei propri cittadini. Benché la guerra utillizzi e prenda di mira tecnologie ha comunque il fine di creare distruzioni simili a quelle di una guerra "tradizionale". La Cyberwarfare introduce però importanti novità rispetto alle guerre tradizionale, cosi che tutte le nazioni, anche le più povere, possono avere la speranza e l'occasione di diventare protagoniste. Informazioniinfo@cortilidipace.it.



Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.