Riparte il Futuro

33riparteLa corruzione è uno dei motivi principali per cui il futuro dell'Italia è bloccato nell'incertezza. Pochi paesi dell'Unione Europea vivono il problema in maniera così acuta. Si tratta di un fenomeno dilagante, fra le cause della disoccupazione, della crisi economica, dei disservizi del settore pubblico, degli sprechi e delle ineguaglianze sociali, che danneggia le istituzioni e la vita quotidiana delle persone. La lotta alla corruzione ha quindi bisogno del sostegno di tutte le diverse forze politiche e di quella parte della società civile che più desidera il cambiamento. Come primo atto, la campagna Riparte il Futuro chiede che il Parlamento modifichi l'articolo 416 ter del Codice Penale che disciplina lo scambio elettorale politico-mafioso. È necessario cominciare da questa riforma per spezzare il patto deleterio che lega politico corrotto e mafioso corruttore, condizionando scelte strategiche della vita del Paese e vincolando la libertà elettorale. Rendere efficace la legge significa anche prevenire la pratica diffusa del voto di scambio, che trasforma il voto del cittadino in una merce da barattare. Ai parlamentari con il braccialetto bianco, simbolo dell'impegno preso, si aggiungono gli oltre 270 mila cittadini che in pochi mesi hanno firmato per ottenere una politica capace di agire con forza contro la corruzione. Entra a far parte di questa comunità che vuole far ripartire il futuro dell'Italia. Firma anche tu! Informazioni: info@riparteilfuturo.it.

Campagna di raccolta fondi causale uragano Irma

italcubaL’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba lancia una campagna per la raccolta di fondi da destinare in solidarietà a Cuba per i danni causati dal passaggio dall’uragano Irma. L’Associazione Nazionale apre la Campagna con un suo contributo iniziale di 5.000 Euro e invita tutte le sue organizzazioni territoriali, i soci e tutti gli amici di Cuba a promuoverla e ad attivarsi per ottenere un buon risultato. I contributi destinati a questa campagna possono essere versati: su c/c postale 37185592 intestato a Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba - IBAN IT59 R076 0101 60000003 7185 592 indicando nella causale Uragano Irma oppure su c/c bancario 109613 - Banca Etica, Milano - intestato a Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba IBAN IT59 P050 1801 60000000 0109 613 indicando nella causale Uragano Irma. I fondi raccolti verranno inviati a Cuba sul numero di conto che sarà indicato dal Governo cubano tramite l’Ambasciata di Cuba in Italia. L’Associazione informerà delle somme raccolte e su quelle inviate. Informazioni:  amicuba@tiscali.it.

Verità per Giulio Regeni

cfnyujhxiaeqssjUno striscione, una richiesta, una campagna lanciata da Amnesty International Italia per non permettere che l'omicidio del giovane ricercatore italiano finisca per essere dimenticato, per essere catalogato tra le tante "inchieste in corso" o peggio, per essere collocato nel passato da una "versione ufficiale" del governo del Cairo. Qualsiasi esito distante da una verità accertata e riconosciuta in modo indipendente, da raggiungere anche col prezioso contributo delle donne e degli uomini che in Egitto provano ancora a occuparsi di diritti umani, nonostante la forte repressione cui sono sottoposti, dev'essere respinto. Sarebbe importante che "Verità per Giulio Regeni" diventasse la richiesta di tanti enti locali, dei principali comuni italiani, delle università e di altri luoghi di cultura del nostro paese ai quali chiediamo di esporre questo striscione, o comunque un simbolo che chieda a tutti l'impegno per avere la verità sulla morte di Giulio. Lo dobbiamo alla sua famiglia, ai suoi amici e colleghi che da ogni parte del mondo chiedono solidarietà. Per comunicare la propria adesione (inviando una foto dello striscione esposto) è possibile inviare un'email a: action@amnesty.it.

Salvabici

logo ruotalibera riciclofficinaSalviamo le bici dalla discarica. Hai una vecchia bicicletta che non usi più da tempo? Non buttarla! Contattando l'Associazione Ruota Libera puoi concordarne il ritiro gratuito e a domicilio su appuntamento (zona Rovereto e Comuni limitrofi) da parte dei volontari. Le biciclette raccolte saranno riparate e rimesse in circolo grazie al progetto sociale Riciclofficina. Riciclofficina è un laboratorio per la manutenzione delle biciclette aperto alla cittadinanza, ma è anche uno spazio per il reinserimento lavorativo e per la promozione della sostenibilità ambientale. Bike Factory è invece  il luogo in cui si reinventano le storie: delle biciclette e delle persone. Nella nostra bottega puoi realizzare la bici personalizzata che hai sempre sognato e sostenere un progetto sociale. Per donare la propria bicicletta e per informazioni sul progetto scrivere a ruotalibera.rovereto@gmail.com o al 3892887708.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.