Carta di Trento

La nuova edizione dlla "Carta di Trento" per una migliore cooperazione è arrivata con una nuova sezione dedicata ai temi della partecipazione e della comunità. La "Carta di Trento per una migliore cooperazione" è un lavoro in progress frutto di un'elaborazione comune tra numerosi attori della cooperazione e della solidarietà internazionale – per delineare alcuni punti cardine (pensieri, temi e orientamenti) per una nuova visione e una nuova pratica della cooperazione internazionale allo sviluppo. Questa edizione della Carta di Trento, accanto ai 10 punti per operare nella cooperazione internazionale in modo sempre più efficace, sviluppa una nuova sezione dedicata ai temi della partecipazione e della comunità prendendo spunto dal 17° Obiettivo di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.! Il documento è frutto di un percorso partecipato da attori della cooperazione internazionale istituzionali e non governativi, avviato nel 2008 a Trento all'interno delle iniziative della World Social Agenda, un progetto di Fondazione Fontana onlus. La “Carta di Trento” è scritta da chi opera in prima linea nella cooperazione internazionale ed è frutto dell’esperienza maturata sul campo. Informazioni: federicadetassis@fondazionefontana.org, 0461390092.

10.000 orti per l'Africa

Slow Food coltiva il sogno di realizzare 10.000 orti per l'Africa in tutte le comunità africane di Terra Madre. Realizzare 10.000 orti buoni, puliti e giusti nelle scuole e nei villaggi africani significa garantire alle comunità cibo fresco e sano, ma anche formare una rete di leader consapevoli del valore della propria terra e della propria cultura; protagonisti del cambiamento e del futuro di questo continente. La Condotta di Trento ha deciso di impegnarsi in questo progetto: vuoi adottare un orto con noi, magari insieme alla tua associazione? Scrivici! Informazioni:  trentoslowfood@gmail.com.

Kosovo: Ari-Grotta della Regina

"Ari-Grotta della Regina", questo il nome, è la prima via ferrata realizzata dalla Ruguva Experience e Marimangat e Pejës Rock climbing Association Peja, con la collaborazione della Sat (Società Alpinisti Tridentini), dell'Associazione Trentino con i Balcani e il sostegno della Provincia di Trento. La parola d'ordine è: valorizzare il territorio e promuovere un turismo sostenibile. Con questo spirito è nata "Ari-Grotta della Regina", la prima via ferrata in Kosovo. Un sentiero attrezzato tra i boschi e le pareti di calcare della Val Rugova, vicino alla città di Peja, al confine fra Albania e Montenegro. Peja è una città nota a molti volontari trentini, perché lì portarono il sostegno umanitario dopo la guerra dei Balcani, che sconvolse quell'area tra il 1996 e il 1999. La via ferrata è anche nel segno di questo decennale rapporto, nata dalla collaborazione fra Ruguva Experience e Marimangat e Pejës Rock climbing Association Peja, con la collaborazione della Sat (Società Alpinisti Tridentini) e dall'Associazione Trentino con i Balcani, con il sostegno della Provincia di Trento. Un trekking di pace, dunque, nel segno di un turismo come volano di sviluppo sociale ed economico. Informazioni: 0461223224, info@trentinobalcani.eu.

Salva un bambino

Moses onlus rilancia il suo programma di protezione per l'infanzia Salva un bambino! Ii prenderai cura, attraverso l’intervento di Moses Onlus, della vita di un bambino e contemporaneamente “di quella del suo vicino di banco”, fino a estendere i benefici a tutta la sua comunità. Proteggerai non un singolo bimbo ma un intero villaggio: Moses Onlus lavora a scuola e con le famiglie per garantire cambiamenti duraturi. Proteggerai i diritti umani, restituendo dignità alla vita presente di tanti bambini e offrendo loro gli strumenti per costruirsi il futuro che sognano e che gli spetta. Informazionisalvaunbimbo@moses.it.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.