Forum Alb Trentino

L'associazione Forum Alb Trentino cerca di contribuire all'integrazione reale ed effettiva degli albanesi nella società trentina ed italiana, di coltivare e diffondere la cultura della pace, del rispetto e della convivenza, di promuovere e diffondere la conoscenza dei valori e i principi della cultura religiosa di origine, quali la pace, il rispetto reciproco, la convivenza armoniosa. Con le sue proposte ed attività l'associazione vuole mettere in evidenza i valori universali che le diverse culture e religioni condividono in profondità. Forum Alb Trentino collabora con altre associazioni ed enti pubblici o privati della provincia di Trento che si occupano dei problemi degli immigrati. Informazioni: Pergine Valsugana, viale Dante 74, 0461510914, forum.albtrentino@gmail.com.

Il Gioco degli Specchi

Il Gioco degli Specchi è un'associazione culturale e di promozione sociale, iscritta nell'albo delle associazioni della Provincia Autonoma di Trento. Prende questo nome dal suo progetto culturale principale su decisione dell'assemblea straordinaria dei soci svoltasi il 15 maggio 2009. L'associazione era precedentemente denominata a.t.a.s.Cultura (associazione trentina accoglienza stranieri) in quanto nata nel 2004 come gemmazione di ATAS Onlus. Le sue attività si propongono di valorizzare la dignità della persona umana e le potenzialità positive dei fenomeni migratori. I volontari organizzano dal 1994 dei corsi gratuiti di italiano per stranieri, corsi a sostegno per l'esame di patente, corsi per donne con servizio di assistenza ai bambini piccoli, momenti di conversazione tra italiani e stranieri. L'associazione offre stage e fornisce consulenza sui temi dell'intercultura, della migrazione e della pace con bibliografie e indicazioni di film, in modo diretto e tramite il suo sito. Organizza corsi di formazione ed eventi culturali, anche su richiesta. I volontari hanno dato vita al progetto interculturale Il Gioco degli Specchi e ne organizzano dal 2002 le attività. Dal 2006 è Presidio di Trento nell'Associazione Nazionale dei Presìdi del Libro. Il progetto propone da anni una settimana di incontri letterari e cinematrografici, "Letteratura, Migrazioni e Società". Organizza di continuo incontri con autori e con studiosi, letture, spettacoli, laboratori, seminari, mostre fotografiche e bibliografiche, proiezioni e altro ancora. Non si accontenta di organizzare dall'alto, ma chiede alle associazioni, alle scuole, ai media, a gruppi, a singoli di partecipare; lavora sempre in rete, a livello locale e nazionale, e si rivolge a destinatari di qualunque età con iniziative diverse e mirate. L'associazione mette a disposizione di enti pubblici e privati la mostra "Libri in viaggio", che può essere prenotata a titolo gratuito. Il catalogo è a disposizione del pubblico e scaricabile al seguente link. Il Gioco degli Specchi è un colloquio tra persone e un fare insieme, è la riflessione sulla propria storia, l'analisi della società attuale. Ascoltare le voci di autori ed artisti, emozionarsi al vissuto dei personaggi di un film, ricordare le esperienze dei nostri emigrati, considerare la condizione delle donne, è essenziale per affrontare le difficoltà della convivenza e godere il piacere delle differenze, per riconoscersi tutti come esseri umani. Informazioni: Trento, via S.Pio X 48, 0461916251, 0461397472, info@ilgiocodeglispecchi.org.

Gruppo Autonomo Volontari

Il Gruppo Autonomo Volontari per la Cooperazione e lo Sviluppo del Terzo Mondo nasce nel 1989 per iniziativa di un gruppo di volontari che periodicamente si trasferiva presso la missione tanzana di padre Cesare Orler di Mezzano di Primiero (con il quale si avviò un sodalizio d'oro, fino alla morte) al seguito di altri gruppi di volontariato trentini. La sua finalità è quella di promuovere progetti e realizzare iniziative in favore di situazioni di bisogno nelle varie realtà che vengono presentate di volta in volta da operatori missionari e non, disposti ad annullare la propria persona per il fratello che nemmeno conoscono. Una scelta di gruppo per vivere la cristianità in modo concreto, rivolta a povertà lontane, croniche, invincibili. L'attività del gruppo consiste nel valutare ed accogliere le richieste dei missionari, elaborare il progetto assieme a loro, ricercare forme di sostegno e finanziamenti anche presso Enti Pubblici quali Comune di Rovereto, Provincia Autonoma di Trento, Regione Autonoma Trentino Alto Adige, Caritas Italiana, Istituti di Credito e altri soggetti. Nel caso che le varie iniziative abbiano buon fine, coordinare gli interventi di supervisione e controllo e la successiva rendicontazione di quanto eseguito. Dal primo impianto di irrigazione si è passati a progetti di bonifiche agrarie, pozzi, ponti, costruzione di chiese, dispensari, strutture ambulatoriali, lebbrosari, scuole primarie e superiori, strutture per accoglienza, asili, ecc. (Tanzania, Sud Africa, Brasile, Filippine, Costa d'Avorio, Nepal). Informazioni: Rovereto, via Rossini 1, 0464413400, 0464498819, info@gruppoautonomovolontari.it.

GTV - Gruppo Trentino di Volontariato

Il GTV - Gruppo Trentino di Volontariato è una onlus che si occupa di cooperazione e solidarieta' internazionale formalmente costituitasi a Trento nel 1999 per proseguire e potenziare iniziative a favore dell'assistenza neonatale in Vietnam, in stretta collaborazione con gli Amici della Neonatologia Trentina (ANT). L'Associazione sostiene progetti di sviluppo in Vietnam e nel Sud-Est asiatico. L'obiettivo è quello di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali e contribuire alla creazione di un processo di crescita sociale ed economica. Lo scopo principale è quindi più in generale il perseguimento di una solidarietà civile, culturale e sociale. Il GTV accede ai contributi erogati dall'Unione Europea e si avvale inoltre del sostegno di Enti pubblici e privati (Province, Regioni, Comuni, Comprensori), oltre che del prezioso contributo volontario di soci (una cinquantina) e collaboratori.In Vietnam GTV ha realizzato progetti in diverse Province del Nord del Paese (Bac Ninh, Bac Giang, Cao Bang), intervenendo laddove il reddito è basso, la povertà diffusa e le carenze infrastrutturali limitano seriamente le possibilità di sviluppo. Una particolare attenzione è stata rivolta alle minoranze etniche, alle persone più svantaggiate, ma soprattutto alle condizioni delle donne e dei bambini, sia perchè svolgono un ruolo fondamentale nella società e nell'economia del Paese, sia perchè solitamente rappresentano i soggetti meno tutelati e protetti nei Paesi in via di sviluppo. Informazioni: Trento, via S. Marco 3, 0461986696, info@gtvonline.org.

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.