Il MUSEO di LUSERNA

Il MUSEO di LUSERNA è riapre a giugno. Per restituire il piacere di una visita al museo in sicurezza, accogliamo la proposta della Provincia Autonoma di Trento e, per tutto il mese di GIUGNO, sarà possibile accedere alle sale espositive pagando un BIGLIETTO SIMBOLICO DI € 1,00. Le principali novità di quest’anno sono rappresentate da tre nuovi eventi espositivi che vanno ad integrare le già numerose sale a disposizione, dedicate a temi storici e naturalistici. Tre mostre legate dal filo conduttore della montagna come luogo straordinario e fragile, da amare, tutelare e conoscere: la mostra "Storia de l'ors", attraverso la ricostruzione di un paesaggio alpino, nel quale sono posizionati numerosi esemplari di orso bruno, documenta la presenza dell'orso nella cultura popolare trentina, dall'antichità fino alla reintroduzione del plantigrado sulle montagne del Trentino; la mostra "Solo il vento bussava alla porta" è un omaggio a Flavio Faganello nel quindicesimo anniversario della sua scomparsa, attraverso la selezione di numerose immagini in bianco e nero, provenienti dall'Archivio fotografico provinciale, realizzate da uno dei più grandi fotografi e interpreti del territorio trentino e dei suoi abitanti; la mostra "Vivere nelle Alpi. Architettura in legno della tradizione" è un suggestivo percorso, realizzato con l'ausilio di numerosi esempi costruttivi, che documenta l'impiego del legno e della pietra per la realizzazione delle abitazioni su tutto l'arco alpino. Le altre sale permanenti del Museo raccontano l’origine e le tradizioni della Comunità Cimbra, la fauna degli Altipiani (attraverso meravigliose ricostruzioni di ambienti naturali), aspetti di metallurgia preistorica. Il percorso “Alfabeto della Grande Guerra” costituisce una suggestiva riflessione sul primo conflitto mondiale, impiegando nomi e oggetti di alcuni soldati coinvolti, simboli di una tragedia collettiva. Il Museo rimarrà aperto tutti i giorni fino all'8 novembre 2020 dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Oltre al Museo, Luserna offre dei sentieri tematici ispirati alla tradizione cimbra (“Sulle tracce dell’orso”, “Sentiero della Grande Guerra – Dalle storie alla Storia”, “Sentiero cimbro dell’immaginario”, “Sentiero della Primavera”). Tutto l'anno entrata gratuita per bambini e ragazzi fino a 14 anni, Lusérnar ed oriundi di Lusérn. Informazioniinfo@lusern.it

LE STAGIONI DI PERGINE FESTIVAL

Il Festival di Pergine si fa in due e riscopre il rapporto con la natura. Il Festival più longevo del Trentino reagisce all’emergenza Covid-19 reinventandosi in una doppia formula “stagionale” che approfondisce il rapporto con la natura proseguendo la riflessione sul senso di appartenenza. Dal 19 luglio al 2 agosto, la rassegna propone attività all’aria aperta: passeggiate, performance, installazioni, musica e proiezioni. Dal 26 al 31 ottobre, tornano invece gli spettacoli teatrali, per riprendere il cammino di sperimentazione e ricerca. Questa doppia edizione stagionale - estiva e autunnale - oltre a rispondere alle necessità del periodo, si incastra perfettamente nella riflessione proposta dal 45° Pergine Festival, che prosegue il percorso avviato nel 2018 sul senso di appartenenza, spostando però lo sguardo sul rapporto con la natura e con l’ambiente. Mai come ora, la forza della natura sembra travolgere e sopraffare l’uomo, minuscola creatura in un pianeta diventato improvvisamente inospitale; mai come ora, la potenza della natura ci ha travolto a livello globale, insegnandoci che la catastrofe può assumere dimensioni molto variabili. L’estate si concentrerà su eventi all’aperto e spettacoli o performance che sperimentano diversi formati e linguaggi artistici, destinati ad un pubblico ridotto per un’esperienza più intima ed immersiva in luoghi poco frequentati come il Colle del Tegazzo, il Parco Tre Castagni e i piccoli laghi del perginese. La proposta è suddivisa in tre sezioni - SCENA CONTEMPORANEA, WALKABOUTS e THIS IS (ALSO) A MUSIC FESTIVAL - attraverso le quali si articola il programma. In autunno invece tornerà la programmazione più legata agli spazi teatrali, con alcuni progetti originali site-specific di performance per pochi spettatori alla volta. Pergine Festival crede nel valore della cultura come bene comune fruibile da tutti e tutte. Per questo dal 2012 propone NO LIMITS, il progetto che garantisce accesso e inclusione alle persone con disabilità fisiche e sensoriali.  Il Festival - che da quest’anno si avvale della collaborazione dell’associazione Fedora, realtà specializzata in accessibility management - mette a disposizione tanti servizi, come il trasporto dedicato, la mappatura degli spazi, le sottotitolazioni, le traduzioni in LIS - Lingua dei segni italiana, le audio-introduzioni e le audiodescrizioni live, oltre alla formazione di volontari direttamente impegnati nelle attività del progetto.  Per questa edizione estiva, sono due i progetti resi completamente accessibili ad un pubblico con disabilità: il Museo dell’Empatia, visitabile dal 31 luglio al 2 agosto al Parco Tre Castagni, e la performance itinerante Alberi Maestri, in programma l’1 e il 2 agosto nella stessa location. Informazioni e programma: 0461 530179, info@perginefestival.it

 

Summertime al MUSE

Dopo la riapertura dello scorso 2 giugno, entra nel vivo il calendario di attività all'aperto del MUSE e delle sue sedi territoriali: giardino e orti del museo, in costante dialogo con le sedi “montane” delle Viote, offrono ogni giorno laboratori e iniziative per esplorare le connessioni che attraversano il nostro pianeta. Un calendario di esperienze tutte da vivere dal 21 giugno al 30 settembre. Un ciclo di proposte con oltre 25 iniziative ogni settimana, più di 40 tipologie diverse di attività fra visite, laboratori tematici e show scientifici, mostre, serate fotografiche, rassegne cinematografiche e un ciclo di spettacoli. Il MUSE e le sue sedi territoriali danno il benvenuto all'estate con SUMMERTIME, il nuovo calendario di eventi per tutti i gusti. L'occasione per ripartire dopo il lockdown con nuovi sguardi e nuove rotte. E indagare insieme le connessioni che attraversano il nostro pianeta. La partecipazione ad ogni attività è alla tariffa di 2€, la prenotazione è obbligatoria. Informazioni e prenotazioni: 0461/270311,  museinfo@muse.itprenotazioni@muse.it. 

UFFIZI IN PASSEIER. CHI PROTEGGE L'ARTE IN GUERRA?

Da mercoledì 1 luglio 2020 a fino al 1° novembre 2020 (da martedì a domenica ore 10.00-18.00, ingresso libero) presso Le Gallerie - Trento, la Fondazione Museo Storico invita a visitare la mostra "UFFIZI IN PASSEIER. CHI PROTEGGE L'ARTE IN GUERRA?" che ripercorre una incredibile e poco nota vicenda avvenuta durante durante la Seconda guerra mondiale quando, in Val Passiria, furono custoditi 300 dipinti dei musei fiorentini, tra cui opere di straordinario valore di Rubens, Tiziano, Caravaggio e Botticelli. L'esposizione, curata e prodotta dal Museo Passiria, viene riallestita presso Le Gallerie di Trento nell'ambito del programma di collaborazione istituzionale tra i due Musei.  Un'occasione interessante per conoscere questa particolare vicenda, che vede protagonisti i reparti specializzati che si occupano di patrimonio artistico dell'esercito tedesco e dell'esercito americano, le autorità italiane e la valle Passiria. Per evitare code, per i gruppi è necessario prenotare almeno 24 ore prima scrivendo un'email: prenotazioni@museostorico.it

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza migliore. Utilizzando questo sito accetti all'utilizzo dei cookies da parte nostra.